Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 795
MODICA - 19/04/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: non ci sarà l’intitolazione del campo sportivo a Pietro Scollo

Il Modica chiude con il Villafranca. Per i play off basta vincere

Compito non arduo per i rossoblù contro una squadra già condannata ed in disarmo. Si guarda già al 5 maggio Foto Corrierediragusa.it

Il Modica deve solo vincere per assicurarsi un posto nei play off. Dipenderà poi dal risultato della Nuova Igea se sarà quarto o quinto posto. Non ci dovrebbero esserci problemi di sorta per i rossoblù contro il già condannato e retrocesso Villafranca che schiererà una squadra infoltita di giovani. I rossoblù invece vogliono testare la loro condizione atletica in vista del turno successivo che potrebbe essere o con il Vittoria o con il Due Torri, proprio le due squadre incontrate dal Modica nelle ultime due settimane. La squadra si è allenata in settimana sotto la guida di capitan Filiccetti e di Polessi, i due anziani della comitiva. Nei ranghi sono rientrati Tralongo e Sella che sono disponibili e torneranno buoni per i play off.

Per i due giocatori assenti da qualche settimana contro il Villafranca c’è la possibilità di ritrovare il ritmo partita. Mancheranno invece Sangiorgio, squalificato e Carpentieri, infortunato. Al Caitina nel corso della settimana si è rivisto il dimissionario presidente Piero Cundari che ha incontrato i giocatori e li ha ringraziati per l’impegno profuso in questo mese di autogestione.

L’amministrazione comunale e la società hanno intanto preparato la cerimonia di scopertura del cippo in ricordo del massaggiatore Pietro Scollo, morto lo scorso mese all’età di 94 anni. L’idea era quella di intitolare il polisportivo alla memoria di Pietro Scollo ma la Prefettura non ha dato il via libera non essendo trascorsi i dieci anni dal decesso. L’intitolazione è dunque rinviata ma la cerimonia si terrà comunque alle 15.30 nel piazzale antistante lo stadio.