Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 631
MODICA - 07/04/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: preoccupa la situazione societaria dei rossoblù abbandonati da tutti

Campanella:"Potevamo vincere, ma pareggio giusto". Polessi: "Noi bravi"

Negli spogliatoi si fanno in conti in funzione play off per le ultime due giornate di campionato ma il Modica ha un compito proibitivo Foto Corrierediragusa.it

Chi recrimina di più alla fine della gara è il Vittoria. Quel gol-non gol di D’Agosta ha lasciato l’amaro in bocca. Giovanni Campanella è sicuro: «I miei hanno detto che la palla era entrata ma l’arbitro non l’ha vista. Peccato! Il risultato è comunque giusto. Noi ci tenevamo a vincere per avere 10 punti di distacco dalla quintultima ed evitare i play off ma così non è stato. Loro hanno giocato bene nel primo tempo e noi ci siamo rifatti nel secondo. Qualche uomo è stato appannato, come D’Agosta, ma non si può sempre giocare al massimo. Siamo pochi e i giocatori hanno tirato la carretta per tutto il campionato. Per i play off mi auguro di ricevere la Tiger perché abbiamo un conto in sospeso o magari il Modica per giocare ancora un derby».

I giocatori del Modica vanno via alla spicciolata e pochi hanno voglia di parlare. Le vicende di quest’ultime settimane hanno lasciato amarezza ed il futuro della società è veramente nebuloso. A nome dei giocatori parla l’anziano Polessi, uno dei tanti ex della partita: «Abbiamo fatto il nostro dovere. Ci tenevamo a dimostrare che abbiamo attaccamento per la maglia. Il pareggio è come avere vinto per come siamo arrivati alla partita. Giocheremo le ultime due partite per cercare di rientrare nei play off ma è dura».