Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1422
MODICA - 01/04/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: la squadra riprende gli allenamenti dopo la pausa pasquale

Modica senza presidente e senza allenatore. Squadra in autogestione

Seby Catania ha rifiutato l’incarico affidatogli da Piero Cundari. Polessi e Filicetti dirigono gli allenamenti. Domenica derby con il Vittoria Foto Corrierediragusa.it

Senza presidente e senza allenatore. Il Modica si avvia verso un fine campionato difficile e sicuramente non in linea con le aspettative della vigilia. Piero Cundari ( nella foto) resta dimissionario ed ha comunicato all’assessore allo sport Tato Cavallino che non ha ancora deciso sul suo futuro. Cundari sembra comunque intenzionato a mollare visti i tanti segnali che ha lanciato a giocatori, tifosi ed amministrazione dicendosi deluso di come è stato accolto e di come i suoi sforzi non sono stati apprezzati. La squadra resta dunque senza guida societaria ed anche Seby Catania, cui il presidente aveva affidato la squadra dopo l’esonero di Claudio Gallicchio, ha rinunciato a ritornare in panchina non sentendosi garantito dopo le dimissioni di Cundari. I giocatori sono dunque in autogestione con Nicola Polessi a fare da chioccia alla rosa rossoblù con l’aiuto del capitano Gianluca Filicetti. I giocatori sono anche in arretrato di qualche stipendio e solo il pagamento di un paio di mensilità da parte di Cundari sulle cinque avanzate proprio qualche giorno prima di Pasqua ha scongiurato una defezione di massa.

Alle porte ci sono intanto due partite difficili come il derby interno con il Vittoria e la trasferta sul campo del Due Torri. Ci sarebbe la possibilità di assicurarsi ancora un posto nei play off ma con questa situazione l’obiettivo play off è l’ultimo pensiero della società e forse anche dei giocatori. Tutti attendono che il campionato si chiuda al più presto per tirare le somme e fare il punto della situazione. Domenica non ci sarà neppure la programmata cerimonia di intitolazione del polisportivo della Caitina a Pietro Scollo. Il presidente ha comunicato all’assessore Cavallino di essere fuori sede e la cerimonia è stata rinviata all’ultima giornata di campionato, domenica 21, contro il Villafranca.