Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 809
MODICA - 08/03/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: dopo la sosta forzata di Misterbianco il tecnico ha incontrato i giocatori

Il Modica gioca la prima partita senza don Pietro. Polisportivo in sua memoria

Tutto da verificare l’impatto emotivo sulla squadra della scomparsa di Don Pietro Scollo Foto Corrierediragusa.it

E’ la partita che nessuno avrebbe voluto giocare per i significati che ha assunto. Sarà la prima volta dopo 70 anni senza Don Pietro Scollo (foto) in panchina e negli spogliatoi per il suo fervorino pre e post partita. Per giocatori, tecnici e dirigenti rossoblù è stata una settimana difficilissima, cominciata con il funerale di lunedì e proseguita in campo per gli allenamenti con la consapevolezza di non dovere più guardare al passato ma di pensare al Real Avola. Ci sarà naturalmente il rituale minuto di silenzio e gli ultras hanno preparato un tributo speciale a «Zio Pietro» con uno striscione multicolore.

I giocatori e lo stesso tecnico Claudio Gallicchio sanno che il miglior modo di onorare la memoria di Don Pietro è una bella e rotonda vittoria contro il Real Avola. Anche la classifica lo esige perché la vittoria del Tiger Brolo in settimana contro il Villafranca ha portato i tirrenici a quota 41 con il Modica a 38 ed una gara da recuperare con il Misterbianco. C’è in gioco un posto per i play off ed il Modica non vuole perder questo obiettivo. Gallicchio ha recuperato Carbonaro e Sella che saranno della partita ma non avrà Camelia che deve restare ancora a riposo. La partita col Misterbianco non disputata per la morte di don Pietro si giocherà mercoledi prossimo.

IL POLISPORTIVO INTITOLATO A DON PIETRO
E’ ufficiale, il polisportivo di contrada Caitina sarà intitolato a Don Pietro Scollo. La delibera è stata votata dalla giunta che la trasmetterà ora alla Prefettura per l’autorizzazione. Trattandosi tuttavia dell’intitolazione ad una persona deceduta da pochi giorni non è escluso che la procedura debba essere approfondita con l’intervento di altri uffici come la Sovrintendenza ai Beni Culturali.

Non ci dovrebbero tuttavia esserci problemi e l’impegno dell’amministrazione è di programmare la cerimonia dell’intitolazione dell’impianto sportivo nella giornata del derby con il Vittoria che si disputerà a Modica il 7 aprile. In quella occasione sarà scoperta una targa e tagliato ufficialmente il nastro del polisportivo «Pietro Scollo». Questa era stata una delle aspirazioni sommesse di Don Pietro, una confidenza che aveva condiviso con amici e dirigenti del Modica Calcio ultimamente e che l’amministrazione, alla luce della grande partecipazione ai funerali dell’ex presidente onorario del Modica, e del sentire comune vuole rispettare. L’organizzazione dell’evento sarà messo a punto dall’assessore allo sport, Tato Cavallino, insieme ai dirigenti del Modica Calcio, che hanno in gestione l’impianto.