Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 926
MODICA - 14/12/2012
Sport - Calcio, Eccellenza: non giocheranno il nuovo acquisto Carbonaro, Filicetti e Sangiorgio, tutti squalificati

A Villafranca Modica in campo con i nuovi acquisti Elefante e Gancitano

Il direttore generale Giuseppe Librizzi ha spiegato in conferenza stampa le linee di condotta della società rispetto agli ultimi accadimenti di mercato
Foto CorrierediRagusa.it

Modica in cerca di riscatto a Villafranca. La prima sconfitta casalinga ha pesato sul morale e sula classifica ma il presidente Piero Cundari è passato all’azione in settimana mettendo a segno tre colpi di mercato che dovrebbero irrobustire la squadra. Si tratta dell’attaccante Carbonaro, che sarà comunque indisponibile contro i tirrenici perché squalificato, dei centrocampisti Gancitano ed Elefante. A loro si era già aggiunto la scorsa settimana Matteo Fusca. In uscita invece Bennardo che dopo appena un mese ha deciso di trovare altra sistemazione perché chiuso nel ruolo. A Villafranca mancheranno inoltre Filicetti e Sangiorgio perchè squalificati.

E’ insomma un Modica che rispetto ad un mese ha cambiato letteralmente volto almeno nei ruoli cardine della squadra essendo rimasti i soli Tarantino, Sapienza, Porzio, Filicetti , Intagliata e Sow. Il direttore generale Giuseppe Librizzi (nella foto) in conferenza stampa ha spiegato i motivi del divorzio dai vari Arena, Privitera, Costanzo, Cirillo. «In rossoblù vogliamo giocatori che condividono il nostro progetto – ha detto Librizzi – che rispettano le regole volute dalla società, che credono nel valore dei colori sociali. Oltre ad essere giocatori vogliamo anche uomini».

Librizzi si è poi soffermato sulla rinuncia a Cirillo «Aveva dato poco, cercavamo più freschezza in avanti, più mobilità», su Privitera «Voleva comunque andare via ed ha alzato le sue pretese economiche», su Arena: «Ha avuto un’offerta da una squadra di categoria superiore ed ha optato per quella». Anche a nome del presidente il direttore generale ha tranquillizzato i tifosi: «Sappiamo che da noi i giocatori stanno bene e la società è impegnata nel progetto di rilancio tecnico ed organizzativo».