Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1407
MODICA - 22/11/2012
Sport - Organizzato dal Ciclo Club Carlo Papa su un tracciato di 36 km

Domenica 2° edizione ciclo raduno in mountain bike

Il percorsosi snoderà lungo il centro storico di Modica sino ad arrivare al quartiere Sorda e da qui giungere in un’area attrezzata in contrada Pirato-Cava Maria Foto Corrierediragusa.it

Si corre domenica la seconda edizione del ciclo raduno in mountain bike. L’organizzazione è del Ciclo Club Carlo Papa che ha elaborato un tracciato di circa trentasei chilometri, che si incunea in scenari paesaggistici molto suggestivi e che, soprattutto, consentirà di condividere la passione per la bicicletta assieme a quelli che si sperano possano essere numerosi partecipanti.

«Abbiamo voluto questa seconda edizione – spiega il presidente della «Carlo Papa», Saverio Bonomo – forti dell’entusiasmo percepito nella prima edizione. Ci siamo detti che era doveroso, da parte nostra, organizzare un altro appuntamento che non solo mantenesse fede alla tradizione appena iniziata ma, soprattutto, cercasse di estendere a 360 gradi l’attenzione verso questa disciplina sportiva». La partenza sarà data alle 9 da largo Innocenzo Pluchino, in viale Medaglie d’Oro. Poi un percorso che si snoderà lungo il centro storico di Modica sino ad arrivare al quartiere Sorda e da qui giungere in un’area attrezzata in contrada Pirato-Cava Maria. Quindi, si transiterà dalla vecchia strada per Scicli sino ad arrivare in località Cutuli e fare ritorno di nuovo nel cuore di Modica.

L’arrivo previsto di tutto il gruppo intorno a mezzogiorno e mezzo. «Non c’è nessuna gara da fare – aggiunge Bonomo – nessuna corsa per arrivare primi. Ma sarà soltanto il piacere di stare assieme sotto il segno delle due ruote. Ecco perché ci siamo attrezzati con un’assistenza di prim’ordine per potere fornire supporto a tutti i partecipanti che ne ravviseranno il bisogno. Vogliamo che domenica si trasformi in una festa per il ciclismo e chiediamo a tutti gli appassionati di animare ancora di più questa giornata che si annuncia già molto intensa».