Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1377
MODICA - 28/05/2012
Sport - Tennis: ha pesato la sconfitta dell’andata rimediata in casa

T.C. Modica perde contro Rescifina Messina e retrocede

Per il maestro Dario Mallia resta la soddisfazione di un campionato giocato solo con tennisti locali, giovani e poco esperienti

Il Tennis Club Modica cede al Rescifina Messina e perde la serie C. E’ una retrocessione amara per Dario Mallia ed i suoi uomini che hanno lottato fino alla fine contro i peloritani per recuperare il 2-4 della gara di andata che ha compromesso tutto. Vincere a Messina era troppo per i modicani che si erano tuttavia preparati in settimana per sovvertire il risultato dell’andata. Per il maestro Dario Mallia resta la soddisfazione di un campionato giocato solo con tennisti locali, giovani e poco esperienti che si sono battuti sempre a testa alta con giocatori di maggiore livello tecnico ed atletico.

A Messina il T.C. Modica ha ceduto per 3/1 sui campi con tante recriminazioni su come si è determinato il risultato finale. Nel primo match infatti tra Francesco Celestri e Giuseppe Gambadoro vi è stata grande lotta, ed il modicano ha chiuso il primo set per 6/2, riuscendo ad adattarsi al velocissimo campo in erba sintetica degli avversari, ma nel secondo set Gambadoro ha sbagliato meno ed ha chiuso nettamente per 6/1 il set in suo favore. Quindi il terzo set ha visto grande equilibrio fino al 3/3, con Celestri che non ha sfruttato due palle break ed ha consegnato l’ uno a zero agli avversari.

Nel secondo singolare si è riproposto il match di andata tra Famà e Michelangelo Rizza, entrambi 3.5, con il modicano in difficoltà sul secondo campo in erba sintetica avversario, stavolta più lento ma scivolosissimo: Rizza lottava nei primi due parziali, giocando tatticamente accorto, ma nel terzo cedeva alla maggior esperienza del messinese che chiudeva 6/1 il set finale in suo favore.

Nel terzo singolare entravano in campo Giacomo Monaco, 3.4 ed il pari classifica Paolo Ricciardo, in un incontro a senso unico; 62 per il padrone di casa. Nell´ultimo singolare capitan Mallia, 3.5, incrociava il suo giustiziere dell´andata Francesco La Torre, 3.5, che faceva suo il primo set per 6/4, ma nel secondo, dopo uno scambio combattutissimo, vinto da Mallia, La Torre si bloccava per infortunio alla schiena lasciando via libera al modicano. Purtroppo per i modicani era troppo tardi, visto che ai messinesi bastavano solo 3 punti per vincere e mantenere la categoria.