Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 949
MODICA - 09/04/2012
Sport - Calcio: i rossoblù riprendono agli ordini di Nicola Polessi in vista della gara contro il Due Torri

Tre partite alla fine, il Modica cerca di evitare i play - out

Il presidente Piero Cundari ha confermato il no al reintegro di Strano e Raciti

Ritorno al lavoro per il Modica in preparazione delle ultime tre giornate di campionato. Nicola Polessi, che ha assunto la guida tecnica della squadra, preparerà insieme ai suoi compagni la trasferta a Gliaca di Piraino dove i rossoblù affronteranno il Due Torri.

«E’ vero – dice il giocatore allenatore- che il Due Torri non ha più nulla da chiedere al campionato ma il loro è un campo difficile e la squadra di qualità. Noi abbiamo bisogno di punti per evitare i play – out e non possiamo permetterci di perdere». Per il Modica i play –out sono al momento più una certezza che un rischio. Ci vorrebbero infatti almeno sette punti per evitare la lotteria degli spareggi. Considerando infatti le due trasferte con Due Torri ed Atletico Catania all’ultima giornata ed il derby con l’imbattuta capolista Ragusa al Caitina tra due settimane l’obiettivo appare difficile per una squadra che non segna.

Polessi tra l’altro deve fare i conti con una rosa ridotta all’osso dopo l’allontanamento di Raciti e Strano per decisione della società. I rossoblù sono in crisi di risultati ormai da un mese a parte la parentesi contro l’ultima della classe e già retrocesso Enna. Il rinnovamento voluto dal presidente Piero Cundari ed avviato prima con l’avvento di Mauro Sardelli, poi sostituito da Nicola Polessi, si è fermato e la squadra ha subito una involuzione denotando limiti caratteriali ma anche tecnici soprattutto in avanti dove Messina è l’unica punta di ruolo insieme al giovane Carpentieri che gioca ad intermittenza.