Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:02 - Lettori online 1064
MODICA - 11/02/2008
Sport - Calcio serie D - La vittoria contro l’Ippogrifo ha gasato l’ambiente

Modica: Melchionna pensa ai play off

In classifica è stata allontanata la zona pericolo Foto Corrierediragusa.it

« Guardiamo avanti e facciamo un pensierino ai play off. Ce la possiamo fare» Felice Melchionna si gode la vittoria contro il Sarno « E’ arrivata in extremis- dice il tecnico reggino ? ma l’abbiamo meritata tutta. E con un Pierotti (nella foto)così tutto è possibile fino all’ultimo».

La vittoria ha rinfrancato l’ambiente rossoblu dopo il caso Cicchetti e ha soprattutto allontanato la zona pericolosa. Il Modica si trova ora a soli tre punti dalla zona play off e se la vuole giocare. « Abbiamo avversari come Adrano e Turris ma questo Modica può battersi contro chiunque. Anzi abbiamo dimostrato che contro le squadre che sono davanti a noi in classifica giochiamo meglio.

La dimostrazione è stata la partita con il Sarno. I campani ci hanno chiuso gli spazi e ci hanno messo in difficoltà; da parte nostra siamo entrati con una certa sufficienza in campo e nel primo tempo abbiamo pagato. Poi nel secondo tempo abbiamo ricominciato a giocare come sappiamo e li abbiamo messi alle corde».

Domenica i rossoblu vanno in casa di un Paternò che già all’andata diede un dispiacere al Modica violando il polisportivo della Caitina. « Sarà dura ? dice Melchionna ? I catanesi hanno vinto con il Campobello e sperano ancora di salvarsi. Giocheranno con il coltello tra i denti ma noi abbiamo i mezzi per rispondere a dovere».

A questo proposito la società ha intenzione di chiedere una maggiore tutela alle forze dell’ordine per non incappare in situazione incresciose come quella di Campobello di Mazara quando la squadra fu aggredita dopo il riscaldamento in campo. A Paternò Melchionna dovrà fare a meno di Calabrese, che sarà squalificato per avere rimediato la quarta ammonizione. Tutti gli altri elementi della prima squadra saranno disponibili a cominciare dal portiere Niceforo che si è rivisto domenica in panchina dopo un’assenza di due mesi.

Acate Modica ? Ippogrifo Sarno 1 ? 0

Marcatore 92’ Pierotti.

Acate Modica ? Polessi 7, Montalto 6 (1’st Gay 6), Sella 5, Calabrese 6, Chiavaro 6, Sinicropi 6, Arena 6 (1’st Cannata 6), Crucitti 6, Pierotti 7, Filicetti 6, Gulino 6 ( 33’st Quintoni sv.).
All Melchionna 6.

Ippogrifo Sarno ? Radunanza 6, Sarno 6, Izzo 6, Pallonetto 6, Del Sorbo 6, D’Amico 6, Visone 5 (29’ pt Intagliatore 5, 24’ st Fabozzo 5), Zurolo 5, Tortora 6, Fioraso 6, Di Sabato 7 (33’ st Esposito sv.).
All Squillante 6.

Arbitro : Giannotta di Brescia 7.

Note- 500 spettatori, giornata fredda, terreno in buone condizioni. Ammoniti Del Sorbo, Di Sabato ed Esposito del Sarno, Calabrese del Modica. Angoli 9 a 2 per il Modica. Recupero 3’pt, 4’st.

Modica ? C’è voluta una stoccata di Pierotti per domare l’Ippogrifo. Il gol che vale tre punti è arrivato quando lo scarso pubblico del polisportivo della Caitina stava ormai sfollando. Correva infatti il secondo dei quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro quando Crucitti batteva il nono angolo per i rossoblu.

La palla arrivava in area ed il centrale D’Amico sembrava essere in anticipo su Pierotti; il rinvio del difensore tuttavia era sporco e la sfera arrivava nella zona coperta dall’attaccante modicano che stoppava di petto, la faceva scivolare e di sinistro girava nell’angolo dove Radunanza non poteva arrivare. Partita chiusa e Modica in paradiso ma il pari sarebbe stato il risultato più giusto per come le squadre si erano comportate in campo. Nel primo tempo meglio gli ospiti con più corsa, più aggressività, più voglia di fare.

Non era un caso che nei primi dieci minuti Di Sabato e Tortora costruivano tre azioni pericolose con Di Sabato che al 7’ faceva correre i brividi sugli spalti con un appoggio a portiere battuto che finiva fuori di poco. Il Modica appariva deconcentrato e sufficiente, con poca voglia di lottare e strappare la palla agli avversari. Poche le occasioni ma la più ghiotta era per Arena al 30’ servito al bacio da Filicetti sull’out sinistro.

Il tiro dell’attaccante non era dei migliori e sfiorava il palo. A centrocampo il Modica accusava la mancanza di un organizzatore come Gay, tenuto in panchina dopo una settimana di influenza, ma era soprattutto l’estro di Filicetti e l’affondo di Pierotti a latitare. Melchionna ridisegnava la squadra nel secondo tempo con Gay in mezzo e Cannata al posto di un Arena evanescente ma non cambiava molto se non per una pressione più costante, dettata nel finale da una maggiore voglia di vincere.

Gli sbocchi in avanti erano bloccati da un Ippogrifo ordinato e combattivo al punto giusto e mai ostruzionistico. La cronaca segnala solo un tiro di Pallonetto al 7’ da fuori area con Polessi che si deve distendere e un dubbio rigore reclamato dai rossoblu quando Pierotti incespica in area. La palla buona l’avrebbe Sella su uno dei pochi lampi di Filicetti ma il giovane esterno sballa la conclusione. Poi l’assalto finale ed il premio finale per il Modica.

Serie D - Girone I ? 23ma GIORNATA (10 febbraio ’08)

Acicatena-Sibilla *
Adrano-Turris 2-0
Caserta-Nocerina 1-1
Castrovill.-Siracusa 0-4
G.Cilento-Vittoria *
Modica-Ippogrifo 1-0
Paterno´-Campobello 1-0
Rosarnese-Angri 1927 1-1
S.A.Abate-Cosenza *
* rinviate

CLASSIFICA
F. Cosenza 51
Sibilla 51
Siracusa 46
Nocerina 42
Gel.Cilento 34
Turris 34
Adrano 33
Modica 31
Angri 1927 29
Acicatena 27
Rosarnese 27
Vittoria 27
Caserta 26
S.A. Abate 25
Castrovill. 20
Ippogrifo 20
Paterno´ 17
Campobello 14

LE PIU´ BELLE AZIONI DI MODICA - IPPOGRIFO NEGLI SCATTI DI MAURIZIO MELIA