Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1536
MODICA - 01/11/2011
Sport - Calcio: sesta sconfitta in campionato per i rossoblù che restano in fondo alla classifica

Modica sempre giù ma Piero Cundari è pronto a tirarlo su

Oggi riunione del consiglio direttivo cui parteciperà anche l’imprendtiore lentinese, probabile cambio di presidenza Foto Corrierediragusa.it

Penultimo in classifica con due punti, sei sconfitte, peggiore difesa e soli 4 gol all’attivo. Sono numeri da retrocessione diretta per il Modica. Ad Acicatena l’ennesima espulsione, sono sei in otto gare, ed una dimostrazione di incapacità di offendere. Il morale dei tanti giovani ma anche del duo tecnico, Sammito e Bellio, è sotto i tacchi e l’unica speranza ormai è in un cambiamento societario. Di questo passo infatti non ci sono speranze perché la squadra è palesemente inadatta per la categoria. Inoltre la situazione, restando così le cose, non potrà che peggiorare perché i rossoblù hanno avuto finora un ciclo di gare abbordabili, tranne il Vittoria, mentre da qui in avanti saranno affrontate per lo più le squadre della parte alta della classifica. Le speranze sono affidate nell’avvento di Piero Cundari (nella foto), imprenditore, già ex presidente della Leonzio, che è pronto a rilevare la società. Mancano ormai alcuni dettagli come la definizione del quadro economico che Cundari vuole avere in modo chiaro prima di sottoscrivere l’accordo. L’imprenditore lentinese ha già un suo progetto che sarebbe affidato a Seby Catania, ex Avola e Leonzio, che farebbe da consulente tecnico. Piero Cundari è stato in città un paio di volte nel corso della scorsa settimana ed è intenzionato a chiudere la trattativa al più presto.

E´ successo domenica:


Acicatena Modica 1 - 0

Marcatore: Varrica al 40’ pt su rigore

Un rigore ed un’espulsione ed il Modica ritorna a casa con la sesta sconfitta su otto gare. Ancora una prova disarmante del Modica che ha confermato i grandi limiti in attacco. Al Comunale di Aci S. Filippo l’Acicatena ha premuto per buona parte della gara e c’è voluto un Polessi super per arginare gli avanti catenoti. Il portiere tuttavia è stato l’autore del fallo, almeno nella valutazione dell’arbitro, a causa del quale il Modica ha subito il rigore che alla fine lo ha condannato.

Il portiere è uscito a valanga su Varrica lanciato a rete e l’arbitro ha deciso per la massima punizione messa a segno dallo stesso attaccante locale. Nel secondo tempo timidi tentativi del Modica con Bellio e Carpentieri, entrati nella ripresa; ci ha tentato anche Raciti ma il portiere catenota non ha corso grandi rischi. Poi ci ha pensato Carpentieri a rimediare la quinta espulsione di quest’anno per un fallo a gamba tesa sanzionato dall’arbitro; il giocatore, già ammonito, ha raggiunto gli spogliatoi a cinque minuti dalla fine. Il Modica non c’è e bisogna correre ai ripari.

In settimana potrebbe esserci l’auspicato passaggio delle consegne in società ed ormai c’è solo da sperare in questo se si vuole salvare la stagione.