Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 539
MODICA - 17/10/2011
Sport - Calcio: il pari con l’Orlandina conferma i rossoblù al penultimo posto in classifica

Nuova tegola sul Modica, ci sono 10 mila euro da pagare

La somma è dovuta alla società Azzurra per il premio di preparazione di quattro giovani calciatori nella scorsa stagione
Foto CorrierediRagusa.it

Penultimo posto in classifica e peggior difesa del campionato. L’appuntamento con la vittoria è stato ancora rinviato ed i rossoblù recriminano per il pallone di Vicari a tre minuti dalla fine che le immagini tv hanno dimostrato aver varcato la linea di porta. Il pari ha lasciato dunque l’amaro in bocca a Carlo Sammito ed alla dirigenza che è alle prese con una situazione difficile.

Sulla società tra l’altro è arrivata l’ennesima tegola in testa di una stagione nata male. Entro dieci giorni il presidente Gianni Iacono deve trovare dieci mila 200 euro da versare all’Azzurra Modica quale premio di preparazione per quattro giovani transitati lo scorso anno nelle fila rossoblù. La commissione Premio preparazione della Lega ha riconosciuto all’Azzurra il diritto al compenso ed obbligato il Modica a pagare. Difficile dire dove potranno essere presi questi soldi visto che il Modica naviga a vista e che è stato possibile pagare finora solo uno stipendio.

Dice il direttore generale Emanuele Sarta: «Non ci sono prospettive al momento, dobbiamo gestire quello che passa il convento. Nessuno si è fatto avanti e siamo stati lasciati soli. Non sappiamo come fare». Il presidente Gianni Iacono dal suo canto appare sempre di più defilato; domenica non si è fatto vedere neppure nel dopo gara ed anche lui non sa a che santo votarsi.

Domenica intanto arriva un Comiso dal dente avvelenato ed il Modica dovrà fare risultato ad ogni costo. Con queste premesse è difficile a meno di una svolta in cui nessuno, almeno al momento, crede.

E´ successo domenica:

Modica Orlandina 1 – 1
Marcatori: 7’st Ousmane, 25’st Raciti

Modica: Polessi 6, Palma 5, Sarta 6, Calascibetta 5 (20’st E. Sammito 5), Assenza 6, Cassibba 6, Sella 6, Bellio 5 (31’st Vicari 5), Livia 5, Raciti 5, Angelica 5 ( 12’st Carpentieri). All. C. Sammito

Orlandina: D’Agati 7, Franchina 6( 1’st Librizzi 5), Gaglio 6, Margò 6, Falanca 6, Carrello 5, Truglio 6, Minciullo 6, Ousmane 6, Diallo 7, Zingales 6. All. Emanuele.

Arbitro Riso di Enna 6.
Note: 200 spettatori. Ammoniti Cassibba e Sella del Modica, Franchina dell’Orlandina. Angoli 3 a 2 per il Modica. Recupero 4’pt, 3’ st.


Un brodino che non fa male ma non risolve i gravi problemi di salute del Modica. Ci vuole ben altro per risollevare la classifica ed il morale per una società alle prese con una crisi di identità. Bisogna dare atto a tutti i giocatori il merito di aver lottato e cercato fino alla fine la vittoria.
Ci è andata più vicino l’Orlandina nella prima parte della gara ma il Modica ha rischiato seriamente di prevalere negli ultimi minuti e solo una gran parata di D’Agati su colpo di testa di Carpentieri ha salvato il risultato per i paladini.

La gara ha vissuto il suo momento migliore nella ripresa giocata a tutta birra dalle due squadre che si sono affrontate a campo aperto ribattendo colpo su colpo. E’ mancato quello vincente perché la qualità in capo era quella che era. Il Modica ha evidenziato i problemi ormai noti; squadra leggera e con poca esperienza con tanti giovani di belle speranze ma nulla di più. Ancora una ingenuità difensiva è costata il gol del vantaggio ospite ma quello che più preoccupa è la capacità di andare a rete. Anche il centrocampo ha sofferto perché Bellio non ha trovato i tempi ed è stato soggiogato atleticamente mentre Calascibetta è apparso lento e prevedibile. Sella non è stato in giornata e si è spesso intestardito negli assolo sbattendo contro la difesa avversaria. Primo tempo noioso e senza grandi occasioni. E’ l’Orlandina tuttavia ad andare vicinissima al gol con Ousmane che lavora un pallone appena dentro l’area al 44’ e serve Diallo che arriva da dietro; il tiro e secco e ben piazzato ma Polessi fa il miracolo e devia in angolo. Gaglio da fuori sfiora poi l’angolo.

Nella ripresa si apre subito con il gol. Zingales scende sulla sinistra e supera Palma in profondità, palla al centro su cui si avventa Oumasne che mette dentro di piatto. Sembra fatta perché il Modica non riesce a reagire.
Ci vuole una punizione di Raciti dai 30 metri a riportare la gara sul pari. Il tiro del centrocampista si spegne nel sette. Due minuti dopo sembra fatta per il Modica. sella serve in profondità per Carpentieri che si presenta solo davanti a D’Agati. Il suo pallonetto è fuori di poco. Insiste il Modica ed al 42’ Sella si libera sulla destra e crossa sul secondo palo un pallone al bacio, testa di Carpentieri ma D’Agati si supera e con i pugni devia il pallone destinato in fondo al sacco.

(nella foto: Sella tra due avversari)