Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 887
MODICA - 19/09/2011
Sport - Calcio: la sconfitta con l’Aquila Caltagirone è stata un duro ritorno alla realtà

Il Modica crede nella salvezza. Carlo Sammito ci crede

Contro i calatini la squadra ha commesso troppe ingenuità ed ha evidenziato mancanza di qualità nei reparti
Foto CorrierediRagusa.it

C’è delusione tra i tifosi, se non rassegnazione dopo la pesante sconfitta casalinga contro l’Aquila Caltagirone.

La prestazione dei rossoblù è stata da dimenticare e Carlo Sammito non lo nega: «Non ci siamo esaltati per il pari esterno di Lentini non ci fasciamo la testa per questa sconfitta. La squadra è giovane, è soggetta ad alti e bassi; ci siamo allenatati poco insieme, qualcuno deve ancora lavorare ma c’è di buono il clima, la serenità di tutto l’ambiente. E se volete conoscere la mia opinione vi dico che il Modica si salva di sicuro, mi gioco tutto quello che volete».

La società non intende di certo ricorrere al mercato perché non ha risorse disponibili ed il presidente Gianni Iacono ha detto in modo chiaro che bisogna cuocersi nel brodo che c’è. La rosa vanta un elemento esperto per reparto; Polessi in porta, Palma in difesa, Calascibetta, Sella e Raciti a centrocampo ma è l’atatcco soprattutto che lascia pensare. Carlo Sammito deve ancora recuperare Livia e Carpentieri, disponibili dalla prossima settimana, ma si tratta di giovanissimi. Intanto il calendario non aiuta perché domenica c’è il derby con il lanciatissimo Vittoria e poi si ritorna in casa con la corazzata Città di Messina.

Forse è troppo per un Modica nato debole; ed inoltre ci sono un paio di squalificati, Palma ed Eugenico Sammito che hanno lasciato in nove per reazioni inopinate i loro compagni già in difficoltà.

(nella foto: la formazione del Modica edizione 20112012)

Così domenica:

Modica – Aquila Caltagirone 0 – 3
Marcatori: 24’ pt Testa F., 32’ pt Famà, 7’ st Brancaccio.

Modica: Polessi 6, Ciacera 5, Sarta 5, Calascibetta 5 (16’st Sammito E. 4), Palma 4, Cassibba 5, Angelica 5 ( 10’st D’Amico 5), Raciti 5, Livia 5, OcchIpinti 5 (32’ pt Paolino 5), Sella 6. All. Sammito

Aquila Caltagirone: Sacco 6, Occhpinti 6 ( 20’st Buscemi 5), Buzzotta 6, Sant’angelo 6, Testa M. 6, Buttiglieri 6, Famà 6, Lupica 5 (38’st Monteverde sv.), Pardo 6, Brancacci 6, Testa F. 6 (23’st Vona 5).

Arbitro: Visalli di Messina 6

Note: 300 spettatori. Espulsi Palma al 32’pt e Sammito E. 25’st entrambi del Modica per gioco falloso.
Ammonito Buttiglieri del Caltagirone. Angoli 3 a 2 per il Modica.


Tre gol sul groppone e due espulsione. Non c’è stata partita per il Modica ed il Caltagirone ha passeggiato sullo spelacchiato terreno di gioco del «Caitina». Non poteva esserci peggior esordio per i locali davanti ad un pubblico animato da buoni propositi. Il Modica è squadra giovane ma manca anche di qualità soprattutto davanti. Nessuna occasione per i locali che ci hanno provato un paio di volte per tempo con Sella e Raciti con tiri da lontano ma abbondantemente fuori. Livia non ha visto palla ma non ha avuto grandi possibilità perché il compagno di reparto Occhipinti è uscito per ovviare all’espulsione di Palma.

Il centrale difensivo ha rifilato una gomitata a Famà subito dopo il secondo gol ed è stato il De Profundis per il Modica già sotto di due reti. Anche la difesa ha lasciato a desiderare non poco ed a nulla sono valsi i richiami di Polessi. Troppo spazio e poco mordente sulle fasce e dalla sinistra sono venuti tutit e tre i gol con Famà e Pardo che hanno lavorato buone palle mettendole al centro per il colpo a botta sicura.

A centrocampo si aspettava Raciti ma il giocatore, appena arrivato, è a corto di preparazione e Calascibetta ha balbettato. Un Modica insomma da rivedere e soprattutto da irrobustire con più corsa e grinta se non ci potranno essere nuovi acquisti. Tocca al duo Bellio – Sammito dare motivazioni e carica ai propri giocatori perché così sarà dura salvarsi ed evitare brutte figure come qualle rimediata con i calatini.

I gol vengono in fotocopia; al24’ Famà lavora palla sulla destra, si beve Sarta e mette al centro; per Testa è facile mettere dentro. Al 32’ Famà prende la mira da fuori area e mette la palla nel sette dove Polessi non arriva. Nella ripresa al 7’ Famà ancora sulla destra filtra e mette al centro per Brancacci che piazza il piatto destro. Il Modica, ormai in nove, gioca a tenere palla e limitare i danni ed evita i fischi dei comprensivi tifosi.


I risultati della 2a giornata ( 18102011)

Acicatena – Leonzio 3 – 0 a tavolino mancata presentazione della Leonzio
Comiso – Trecastagni 1-1
Enna – Ragusa 1-4
Misterbianco – Città di Messina 0-2
Modica – Aquila Caltagirone 0-3
Orlandina – Città di Vittoria 1-2
Real Avola – Atletico Catania 0-0
Taormina – Due Torri 1-2

La Classifica
Due Torri 6
Aquila Caltagirone 6
Ragusa Calcio 6
Città di Messina 6
Città di Vittoria 6
Acicatena 6
Taormina 3
Atletico Catania 1
Comiso 1
Leonzio 1909 1
Real Avola 1
Modica Calcio 1
Trecastagni 1
Misterbianco 0
Orlandina 0
Enna Calcio -6