Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 911
MODICA - 10/09/2011
Sport - Calcio: contro la Leonzio un 4-4-2 con tanti giovani in campo e la "chioccia" Polessi

Dopo la retrocessione comincia il nuovo corso del Modica

Peppe Bellio e Carlo Sammito hanno la consegna di mantenere la categoria da parte del presidente Gianni Iacono. Ci riusciranno?

Modica con tanti interrogativi soprattutto sul suo futuro. La società è nuova dopo un’estate traumatica che ha messo in dubbio la sua stessa sopravvivenza. Solo l’entusiasmo di qualche sportivo, il sacrificio del sindaco Antonello Buscema, che ha sborsato 10 mila euro di tasca propria per garantire l’iscrizione al campionato, e la disponibilità di tanti calciatori locali consente di presentarsi in campo a Lentini contro la Leonzio. La squadra è giovane, a parte il 41enne Polessi, e con qualche evidente vuoto tecnico a cominciare dall’attacco.

Peppe Bellio e Carlo Sammito, i due tecnici cui è stata affidata la responsabilità di guidare la squadra sono fiduciosi. Vengono da campionati nelle serie minori, hanno guidato la Moticea in Promozione che oggi appare la continuità del Modica 2011-2012. I due tecnici hanno il mandato di salvare la categoria perché una seconda retrocessione sarebbe letale, in attesa di un ancora ignoto imprenditore che si è detto disponibile a rilevare la società. Ipotesi e fantasie che non si sono mai concretizzate mentre sulla padella è andato Gianni Iacono, che con passione ed entusiasmo, ci ha messo la faccia per un’avventura difficile.

Dal punto di vista tecnico la squadra è fatta: Sammito e Bellio hanno scelto il 4-4-2 con Polessi in porta; i due esterni sono Ciacera e Sarta con Cassibba e Palma centrali difensivi; a centrocampo Calascibetta è il play basso insieme ad Angelica con Sella ed Eugenio Sammito sugli esterni. In avanti Occhipinti e Livia.