Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 1161
MODICA - 16/08/2011
Sport - Calcio: riprende la preparazione al polisportivo della "Caitina" con gli elementi a disposizione

Santino Ruta dice sì, nasce il Modica fatto in casa

Programma minimo per il duo Bellio - Sammito: mantenere la categoria

Il Modica riprende oggi la preparazione e vede il sereno perchè Santino Ruta si è convinto a prendere le redini della società. Decisivo il colloquio avuto con l’ex presidente Riccardo Radenza alla presenza del sindaco Antonello Buscema, dell’assessore allo sport Giovanni Spadaro, del direttore generale, Emanuele Sarta.

Ruta ha preso visione anche dei libri contabili e si è reso conto dello stato patrimoniale della società. Radenza lascerà una società senza ulteriori oneri per il suo successore che potrà così cominciare da zero. Oggi dovrebbe essere formalizzato il passaggio da Riccardo Radenza a Santino Ruta e l’avventura del Modica in Eccellenza avere così il crisma dell’ufficialità. Santino Ruta incontrerà subito i giocatori per illustrare i programmi della società e l’obiettivo.

Dice Emanuele Sarta: « Mantenere la categoria, non possiamo permetterci altro. C’è l’entusiasmo dei nostri giovani ma dobbiamo subito metterci in marcia». Peppe Bellio e Carlo Sammito guideranno oggi l’allenamento con gli elementi a disposizione; si tratta di una ventina di giocatori, tra cui molti juniores. Della vecchia guardia, si fa per dire, restano Incatasciato, Sammito, Gugliotta, Paolino, Foppa. Angelo Falco è destinato al Ragusa ma in entrata ci sono Cassibba, Occhipinti e Conato che hanno giocato in altre squadre nella scorsa stagione.

Il Modica non è in grado in queste condizioni di affrontare un campionato impegnativo come l’Eccellenza ed i due responsabili tecnici sono alla ricerca di giocatori che possano dare una mano alla causa rossoblù. Non ci sono risorse per investire e puntare ad uomini di esperienza. Il Modica che nasce è fatto veramente in casa con tutti i rischi del caso.