Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1178
MODICA - 07/08/2011
Sport - Tennis: oggi le gare conclusive del torneo regionale

Teste di serie in finale al 26° Memorial "Roberto Di Tommasi"

Pronostici rispettati con Amore, Zito, Munzone e Caruso favoriti
Foto CorrierediRagusa.it

Tennis di qualità, quello vissuto ieri sui campi del Tennis Club Modica del presidente Peppe Rizza, che ha visto ben 8 seconda categoria in campo per i match valevoli per i quarti di finale del 26° Memorial Roberto Di Tommasi.
Il primo match in campo ha visto il catanese Antonio Amore (nella foto), 2.5, e n. 6 del tabellone, incontrare l´augustano Luigi Scuderi, 2.4, tesserato per il Csa Agrate Brianza e n. 3 del seeding. Scuderi si è inchinato all´ottimo Amore che si involava e chiudeva per 6/3 il secondo set, garantendosi il pass per la semifinale.

Nel secondo quarto di finale, è sceso in campo il vincitore dell´edizione 2010 del Di Tommasi, il 2.4 Salvatore Caruso, del MatchBall Siracusa, giocatore completo a tutto campo capace di qualunque giocata. Il suo avversario, il 2.5 Nazareno Intile, del T.C. Carlentini, mancino dotato di un ottimo dritto arpionato e di un grande anticipo sul rovescio bimane, ha provato a tenere testa al siracusano ma il primo set è scivolato via per 6/2 in favore di Caruso, mentre nel secondo set, Intile ha sprecato una favorevole palla break per andare 4/3 e servizio, ma la maggior freddezza di Caruso, gli ha permesso di chiudere il set ed il match per 6/3.

Nel terzo quarto di finale, emozioni a non finire tra la testa di serie n. 4 Germano Giacalone, 2.4 del Vela Messina, e l´esperto Cosimo Munzone, 2.5 del T.C. Carlentini: inizio contratto di Giacalone che andava sotto 1/4, e faticava ad entrare in partita, giocando corto e commettendo numerosi errori gratuiti, che gli costavano il primo set per 6/3.

Nel secondo però vi era la pronta risposta del palermitano Giacalone, che trovava maggior profondità e sfruttava anche la stanchezza più mentale che fisica di Munzone, che perdeva ben 10 games di fila, andando addirittura sotto per 4/0 nel terzo set. Tutto sembrava finito, ma Munzone ci credeva e punto dopo punto risaliva la china fino al 4/3. Munzone tuttavia chiudeva per 6/4 il terzo set.

Nell´ultimo quarto di finale scendeva in campo la testa di serie n.1, il ventenne Ettore Zito, 2.4, del MatchBall Siracusa, che ha incontrato il portacolori del T.C. Galatina, Luca Giordano, 2.5, dotato di un gran braccio. Match piacevole e divertente con Zito che conduceva in sicurezza il match chiudendo per 6/2 6/2, senza mai dare chance a Giordano, che comunque disputava complessivamente un match all’altezza.