Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 936
MODICA - 02/08/2011
Sport - Calcio: oggi riunione per la definizione dell’assetto della nuova società

Nuova cordata per il Modica del duo Bellio - Sammito

Si tratta del gruppo dirigente dell’ex Moticea con Santino Ruta in pole position
Foto CorrierediRagusa.it

Verso una nuova società. Il Modica cerca di rimettersi in marcia e si affida ad una nuova cordata. Sarà una squadra fatta in casa, con risorse e giocatori locali, con l’obiettivo primario di salvare la categoria. Oggi alle 18 l’assetto della nuova società sarà definito in quella che viene considerata la riunione decisiva e da lunedì, se tutto andrà per il verso giusto, la squadra si ritroverà per l’inizio della nuova stagione.

Il regista dell’operazione è Emanuele Sarta, ex giocatore e capitano rossoblù degli anni 80’ e 90’ cui il sindaco Antonello Buscema, cui si deve l’iscrizione della squadra al campionato di Eccellenza, ha affidato il compito di mettere insieme un gruppo dirigente. Emanuele Sarta ha trovato in Santino Ruta, ex presidente della Moticea, la società di Promozione, che ha chiuso l’avventura lo scorso anno, uno dei punti di riferimento. Insieme a Ruta si è fatto avanti Giacomo Magro, sciclitano, che ha garantito per risorse sufficienti provenienti dagli sponsor. Ad Emanuele Sarta il ruolo di direttore generale mentre Nuccio Gugliotta sarà il segretario.

Per la guida tecnica le scelte sono state fatte; sarà il duo Bellio-Sammito a guidare il Modica. Peppe Bellio e Carlo Sammito (nella foto) sono coppia consolidata che ha guidato prima la Moticea alla promozione dalla 1° categoria e lo scorso anno lo Scicli hanno ottenuto la promozione con lo Scicli. Bellio e Sammito sono pronti ad iniziare ed attendono solo il via libera. Da lunedì convocheranno i giocatori a disposizione e sembrano avere già le idee chiare.

Il Modica partirà infatti dai giovani della scorsa stagione, Paolino, Incatasciato, Eugenio Sammito, Foppa, ma obiettivo dei due tecnici è quello di riportare a casa gli altri giocatori indigeni che per vari motivi si sono allontanati come Conato e Cassibba. Da definire la posizione di Angelo Falco, che ha molte richieste sul mercato. Il Modica non potrà essere dunque una squadra da grandi ambizioni e cercherà solo di mantenere la categoria per evitare la cancellazione dai ruoli federali. Vista l’indifferenza della classe imprenditoriale della città non ci potranno essere programmi ambiziosi ed è già tanto che si potrà metter su una squadra da mandare in campo.