Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1372
MODICA - 07/07/2011
Sport - Calcio: definitiva la rinuncia alla serie D, la domanda di ammissione non è stata presentata

Radenza: "Il Modica rischia di non iscriversi in Eccellenza"

L’ex presidente non ci vede chiaro nella costituzione della nuova società

Niente serie D e ora il rischio è che il Modica non si iscriva neppure in Eccellenza. Lo sostiene Riccardo Radenza, ex presidente rossoblù che ha partecipato alle riunioni per la costituzione della nuova società. Radenza si è detto pronto a passare la mano per un euro ma non se ne è fatto niente nonostante le assicurazioni avute. I termini per chiedere l’ammissione in serie D è scaduto ieri ed ora si guarda al prossimo. Il progetto Modica è nato tra mille difficoltà nonostante le buone intenzioni dichiarate dai protagonisti a cominciare da Angelo Fargione.

Dice Radenza: «Il Modica non si iscriverà nemmeno l´Eccellenza. Non sono sicuro se c’è la reale la volontà da parte di tutte le componenti per portare avanti il progetto. Bisogna versare sette mila euro alla Lega Sicula entro il 19 luglio e mi sembra un fatto molto semplice ma è diventato anche questo un passo delicato. Ho paura che non se ne faccia nulla, vedo un gioco a scaricabarile che non mi piace. Nessuno pensa alla società ma solo a come uscire senza danni da una situazione confusa. Dopo sei anni di sacrifici vedere il Modica sparire anche dal calcio siciliano sarebbe molto triste».

A Modica siamo alle solite; cambiano i ballerini ma il balletto estivo si ripete, un passo avanti e due dietro, ma la verità è che la squadra di calcio interessa solo ad uno sparuto gruppo di tifosi, molti guardano da lontano alla società e la classe imprenditoriale della città è interessata ad altro.