Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 624
MODICA - 06/06/2011
Sport - Organizzato dal Moto Club Scicli

5a prova campionato regionale enduro Fmi 2011

L’evento sportivo ha visto la partecipazione di 90 motociclisti Foto Corrierediragusa.it

Si è tenuta a Marina di Modica la quinta prova del campionato regionale enduro Fmi 2011. L’evento, seguito da numerosi appassionati, è stato organizzato dal Moto Club Scicli. 90 ed ha visto la partecipazione di 90 motociclisti, 15 i cronometristi impegnati di cui 12 della provincia iblea e 3 provenienti da Catania. La gara, con le 4 prove speciali enduro in c.da Puntare Scarse e 4 prove speciali cross in c.da La Penna, è stata molto selettiva; alla fine a tagliare il traguardo sono stati in 74.

Nella categoria adulti la classifica assoluti è stata dominata da Domenico Ricchiari portacolori della M.C. Conca D’Oro di Palermo a bordo della Husqvarna Te 310 che ha fermato i cronometri a 36’28»31, al secondo posto si è piazzato Gaetano Scuderi su Ktm della scuderia Laser di Catania che ha totalizzato il tempo di 37’41»49, mentre l’ultimo gradino del podio è stato occupato da Antonino Arcuri della M.C. Conca D’Oro di Palermo su Ktm che ha bloccato i cronometri a 37’57»79.

Nella categoria Mini Enduro 13 giovanissimi si sono dati battaglia lungo il percorso appositamente tracciato per loro; nella classe Mini Aspiranti 50 si è aggiudicato il gradino più alto del podio Francesco Marchese su Honda con il tempo 19’54»25, nella classe Mini Aspiranti 85 il primo arrivato è stato Andrea Conigliaro su Ktm con il tempo di 20’19»57, nella classe Mini Baby Sprint ha avuto la meglio su tutti Giuseppe Guarino con il tempo di 24’38» 94 e nella classe Mini Esordienti ha trionfato Giuseppe Pietro Vitale su Ktm con il tempo di 21’00»00.

Nella foto Antonio Mancuso