Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1048
MODICA - 26/03/2011
Sport - Calcio serie D: mancherà Elefante, squalificato, confermato il trio sudamericano

Il Modica cerca il colpaccio definitivo contro il Valle Grecanica

Il presidente Riccardo Radenza: "Siamo nella fase più delicata della stagione, abbiamo buone carte in mano per raggiungere la salvezza diretta"
Foto CorrierediRagusa.it

Modica alla ricerca del colpaccio. Contro il Valle Grecanica Peppe Dima ha chiesto ai suoi di tentarci se non altro perché tra i calabri mancano ben cinque titolari fissi. Si tratta dell’ossatura della squadra che fin qui ha fatto bene ma la società melitese ha optato per la linea giovane in questo finale di campionato. Il Modica è riuscito nell’expoilt esterno a Sapri e vuole ripetersi anche perché la squadra è in salute. Dima non ha dubbi e ripresenta il trio sudamericano per andare in gol. Franco Parlacino è entrato in forma ed ha ormai i 90’ sulle gambe come ha dimostrato nella partitella infrasettimanale. Villa e Cerfoglia completano il trio e sono pimpanti.

Il tecnico ha provato una formazione con Dall’Oglio al posto dello squalificato Elefante. Dall’Oglio giocherà dunque come play basso davanti alla difesa con Genesio e Iozzia a centrocampo. Dopo la penalizzazione di sette punti al Noto e la buona prestazione con il Messina, seconda vittoria consecutiva, l’ottimismo è di casa nel Modica e si comincia a parlare per la prima volta di salvezza diretta anche perché il calendario dà una mano. Ci sono da affrontare un paio di trasferte, Valle Grecanica e Turris su campi di squadre ormai demotivate ed in casa gli scontri diretti con Nola, ormai retrocesso e Marsala. C’è lo scoglio della trasferta al Noto ma il Modica, viste le sue buone condizioni, se la può giocare alla pari con i granata che sono entrati invece in un periodo buio.

Il presidente Riccardo Radenza vede rosa ma ha chiesto ai giocatori di non mollare. Dice il presidente «E’ la fase più delicata della stagione e di tutto il campionato. Si decidono ora i destini di almeno cinque squadre ma noi abbiamo le carte migliori in mano. Dobbiamo sapercele giocare».

Foto Maurizio Melia