Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 452
MODICA - 06/01/2008
Sport - Calcio serie D - Al Caitina fischio d’inizio ore 14.30

Modica concentrato
contro la Casertana

I rossoblu vogliono cominciare bene il nuovo anno Foto Corrierediragusa.it

Il Modica vuole cominciare bene il nuovo anno. Contro il Caserta il presidente Riccardo Radenza e l’allenatore Felice Melchionna non vogliono distrazioni ma solo i tre punti.

Al polisportivo della Caitina, oltre alla ripresa della attività agonistica il motivo della gara è costituito dalla nuova coppia di attacco rossoblu; Massimo Pierotti e Nanà Gulino si presentato infatti davanti al pubblico amico dopo l’infelice esordio di Genzano da dove la squadra uscì battuta contro il S. Antonio Abbate, subendo una sconfitta nei minuti finali. Per Gulino si tratta di un ritorno sull’erba del Caitina dopo due anni mentre per l’attaccante toscano è un esordio assoluto.

Il giocatore è apparso molto motivato e concentrato nel corso degli allenamenti di questa settimana e vuole bagnare il suo esordio con un gol. « Pierotti ? dice l’allenatore Melchionna- ci deve dare una mano a trasformare in gol il gioco che produciamo. Sappiamo che far gol è il suo mestiere e per questo motivo lo abbiamo preso».

Contro il Caserta Melchionna non potrà schierare ancora il portiere Niceforo ed il giovane Carlo Sella alle prese con infortuni; tutti gli altri elementi sono a disposizione. Contro i campani, che accusano un paio di assenze di rilievo, Melchionna propone un tre quattro tre offensivo. In porta andrà Polessi ed i tre di difesa saranno Chiavaro, Cannata e Sinicropi. A centrocampo spazio per il giovane D’Agosta, Gay, Crucitti e Calabrese; questi ultimi due giocatori saranno impiegati sulle fasce. In avanti perno centrale Pierotti con Filicetti e Gulino liberi di svariare e di accentrarsi.

(Foto MAURIZIO MELIA)