Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 395
MODICA - 07/12/2010
Sport - Calcio Serie D: lavori in corso nel Modica

In rossoblu Paonessa, Lunetto o Sella? Il patron ci prova...

Per rinforzare una squadra che tende a traballare soprattutto in attacco e a centrocampo
Foto CorrierediRagusa.it

Paonessa, Lunetto e Sella. Sono i calciatori che dovrebbero vestire in rossoblu nelle prossime ore, per rinforzare una squadra che tende a traballare soprattutto in attacco e a centrocampo. L’allenatore calabrese Giuseppe Dima Ruggiano ha la panchina corta, al punto che domenica scorsa si è visto costretto a buttare nella mischia due juniores, che se la sono cavata tutto sommato non troppo malamente nientemeno che contro una squadra di peso come la neo promossa Noto. Lo stesso Dima Ruggiano ha chiarito senza fronzoli con il presidente Riccardo Radenza che bisogna mettere mano al portafogli per porre la squadra nelle condizioni di poter affrontare la missione impossibile dei 30 punti in 21 partite per centrare l’obiettivo salvezza. L’allenatore ha espressamente chiesto al patron rossoblu Paonessa, un attaccante che vanta 150 presenze in serie C tra la fila del Cuneo.

Un centrocampista che piace molto a Dima Ruggiano è Lunetto, che veste al momento la maglia del Marsala. Potrebbe tornare nel Modica direttamente dal Santa Croce anche l’esterno sinistro Sella, che ha lasciato un buon ricordo alla dirigenza e ai tifosi. Le trattative fervono in queste ore, anche perché Radenza, che condivide appieno le richieste del neo allenatore, intende accontentarlo nell’immediato almeno con uno tra questi tre giocatori, da poter schierare già domani in trasferta sul campo dell’Atletico Nola, nel turno infrasettimanale. Radenza non può di certo spendere grosse cifre, ma almeno un minimo investimento va fatto in corso d’opera per puntellare un gruppo, che, altrimenti, rischia di disgregarsi.

La vittoria sul Noto ha nel frattempo restituito fiducia al Modica. Si punta molto sulle capacità di Villa, autentico trascinatore della squadra e autore del gol che domenica scorsa ha assicurato i tre punti in casa a spese degli aretusei, che, tuttavia, hanno recriminato sul gol giudicato non valido dal direttore di gara per sospetto fuorigioco.

MODICA – NOTO 1 – 0
Marcatore: Villa al 10mo st.

MODICA: Falco; Lanza; Fecarotta; Fontana; Elefante; Bennardo; Genesio (Gugliotta 35mo st); Iozzia (Paolino 18mo st); Villa; Cerfoglia (Sammito 45mo st); Foppa. Allenatore: Dima Ruggiano.

NOTO: Cavone; Ignazzitto; Bognanni; Calabrese; Orefice; Cocuzza; Savanarola; Levantino (Fusca 11mo st); Carbonaro; Filicetti; Di Dio (Consalvo 5° st). Allenatore: Betta.

Arbitro: Pollaci di Palermo. Collaboratori: Pace di Palermo e Guagenti di Caltanissetta.

Calci d’angolo: 4 per il Modica e 2 per il Noto.

Ammoniti: per il Modica Genesio (25mo pt); Elefante (44mo pt); Cerfoglia (22mo st); Falco (25mo st). Per il Noto Calabrese (37mo st).

Espulsioni: nel Noto per proteste il ds Cesare Sorbo (45mo st).
Recupero: 0 + 5 minuti.

Note: giornata assolata ma fredda e leggermente ventosa. Ottima cornice di pubblico. Prima della partita, il sindaco di Modica Antonello Buscema e il primo cittadino di Noto Corrado Valvo si sono stretti la mano a centrocampo, scambiandosi i doni delle rispettive città.


MODICA – Porta bene al Modica «Chocobarocco», la manifestazione del cioccolato che si sta svolgendo in città. Non ci poteva essere esordio più «dolce» per il neo allenatore calabrese Dima Ruggiano, che ha potuto assaporare una vittoria dal «gusto fondente» a spese del Noto.

La squadra aretusea, che annoverava un mezza dozzina di ex, a cominciare da Filicetti, rimpianto capitano rossoblu, ha goduto per pochi secondi dell’illusione del pareggio, agguantato dopo il gol segnato al decimo del secondo tempo da un Villa in grande spolvero. Proprio Filicetti, appena una decina di minuti dopo il vantaggio della sua ex squadra, passa su punizione un buon pallone a Orefice, che mette in rete. Ma, come accennato, la gioia del pareggio per il Noto dura pochi secondi, giusto il tempo di prendere atto della bandiera alzata dal guardialinee per fuorigioco.

Sono queste le uniche azioni davvero salienti di una partita di mediocre caratura tecnica, con troppi passaggi sbagliati e parecchie azioni interrotte dal fuorigioco. Il Noto ha mostrato più schemi rispetto al Modica, soprattutto su calcio piazzato. Non a caso il gol annullato era scaturito da una punizione. Sul fronte Modica, Dima Ruggiano ha avuto a disposizione davvero pochi giorni per motivare una squadra tutto sommato ben messa in campo, seppure affetta da qualche amnesia difensiva e da qualche svarione in attacco. Villa, autore del gol, Cerfoglia e Fecarotta sono i migliori in campo dei rossoblu: si sono dati da fare macinando chilometri e confezionando qualche azione degna di nota. Entrambe le squadre si chiudono abbastanza bene, e non mancano le nitide palle gol sull’uno e sull’altro fronte.

Nel primo tempo le azioni più pericolose sono tutte di Villa, che si lascia però sorprendere spesso in fuorigioco. Al 18mo lo stesso Villa tira di tacco e impegna Cavone, che blocca la palla senza patemi. Anche Falco ha il suo daffare, soprattutto con Carbonaro, che rischia d’infilzarlo al 35mo. La prima frazione di gioco, partita su buoni ritmi, si trascina fino al 45mo sul gioco non brillante delle due squadre poco incisive. Il secondo tempo comincia invece col botto. Capovolgimenti continui di gioco, molti passaggi, velocità forsennata. E al decimo gli ultras rossoblu possono esultare per il gol di Villa sull’ottimo assist di Fecarotta.

Il giocatore ubriaca il portiere con una finta e segna di collo pieno. Dieci minuti dopo, la già citata punizione di Filicetti che serve Orefice: palla in rete, ma il gol non vale perché segnato in fuorigioco. I ritmi inevitabilmente si abbassano e la partita s’incattivisce.

Savanarola e Filicetti impegnano Falco più volte. Poi il Modica riesce ad uscire dalla sua area e si rende pericoloso ancora una volta con Villa, il quale serve Gugliotta, che scavalca il portiere con un pallonetto. La palla sfiora il palo e la partita termina con la vittoria di misura dei padroni di casa. Foto Maurizio Melia. TUTTI I DIRITTI RISERVATI - RIPRODUZIONE VIETATA
Cliccate sulle foto sotto della partita Modica - Noto per ingrandirle


I RISULTATI
Acireale – Atletico Nola 1-0
Casertana – Messina 0-1
Cittanova Interpiana – Sambiase 0-3
Ebolitana – Sapri 2-0
Mazara – Valle Grecanica 1-2
Modica – Noto 1-0
Nissa – Turris 1-1
Real Nocera Superiore – Sport Club Marsala 1912 3-1 GIOCATA SABATO
Rossanese – Forza e Coraggio Benevento 2-3
Ha riposato l’ Hinterreggio

LA CLASSIFICA
Ebolitana 33
Forza e Coraggio Benevento 31
Valle Grecanica 29
Casertana 29
Nissa 27
Sambiase 26
Messina 24
Noto 23
Sapri 23
Turris 22
Real Nocera 22
Cittanova Interpiana 21
Hinterreggio 20
Acireale 16
Marsala 12
Mazara 11
Modica 10
Rossanese 7
Atletico Nola 6