Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 664
MODICA - 22/12/2007
Sport - Calcio serie D: Angri - Modica

Pierotti e Gulino formano
il nuovo attacco rossoblu: esordiranno oggi ad Angri

Il mercato in uscita prevede la cessione di Rosario Genova Foto Corrierediragusa.it

Il Modica riparte dalla coppia Pierotti Gulino. I due nuovi acquisti esordiranno oggi sul campo di Angri per la prima di ritorno. Pierotti scenderà sicuramente in campo dal primo minuto mentre per Gulino ci sarà spazio nella seconda parte della gara soprattutto se ci dovesse essere necessità di ribaltare il gioco.

I due si conoscono già per avere militato nell’Atletico Catania e si sono ritrovati nell’allenamento di venerdì di nuovo insieme dopo avere peregrinato su vari campi di serie C e D. Melchionna intende fare risultato ad Angri e dare continuità alla striscia positiva di quattro gare senza sconfitte per risalire la china in classifica e mettersi al sicuro anzitempo. Dopo la partita di Angri Melchionna darà appuntamento ai suoi uomini a dopo Capodanno visto che il campionato riprende a metà gennaio.

L’allenatore ha tuttavia qualche problema in difesa e centrocampo considerate le non perfette condizioni fisiche di capitan Chiavaro, di Calabrese e Crucitti; i tre accusano ancora lievi infortuni muscolari e solo all’ultimo momento Melchionna deciderà il da farsi. Della partita non saranno il difensore Cannata espulso domenica scorsa contro il S. Antonio Abate ed il secondo portiere Niceforo, ancora infortunato.

La formazione dunque parte da Polessi in porta con Cassibba e Quintoni difensori esterni; la coppia centrale sarà formata da Montalto e Vindigni se Chiavaro non dovesse farcela. A centrocampo Gay, Calabrese e Crucitti. Pierotti sarà la punta centrale con Arena al suo fianco e Filicetti largo sulla sinistra.

(Foto MAURIZIO MELIA)