Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1130
MODICA - 23/08/2010
Sport - Calcio, Promozione: marcia di avvicinamento alla Coppa Italia

Calcio: il Ragusa di Lucenti si aggiudica la Marina Cup

Il triangolare ha visto la partecipazione di Marina di Ragusa e S. Croce Foto Corrierediragusa.it

Va al Ragusa (nella foto la formazione) la prima edizione della Marina Cup. Gli azzurri hanno infatti superato di misura il S. Croce con un gol di Sigona.

Nella seconda partita del triangolare gli upmini di Gaetano Lucenti hanno vinto con il Marina di Ragusa per 2-0 con gol di Lorenzo Linguanti e di Vindigni. Le gare si sono disputate all’Aldo campo ed hanno consentito agli allenatori delle tre squadre scese in campo di verificare le condizioni di forma dei giocatori. Lucenti ha avuto conferme dalla sua squadra dopo la buona prestazione di giovedì scorso contro il Modica.

Manca ancora qualcosa in avanti ma il ritorno in campo di Calogero La Vaccara sarà fondamentale per la capacità penetrativa della squadra. Lucenti ha mandato in campo soprattutto contro il Marina di Ragusa molti giovani ed ha avuto le risposte che cercava dai vari Sigona, Arena, Licitra, Muscai. Gaetano Lucenti si prepara ora al derby con il S. Croce in calendario quale primo turno della Coppa Italia domenica prossima.

Per quanto riguarda il S. Croce Andrea Di Giacomo attende ancora qualche rinforzo in attacco mentre l’ex modicano Romeo si è ben inserito dando compattezza e ritmo al centrocampo.

COPPA ITALIA

Ragusa S. Croce e Vittoria Caltagirone sono le gare dei sedicesimi di coppa Italia. Le partite si disputeranno il 29 di questo mese ed il 5 settembre alle ore 16 e la vincente al meglio dei risultati delle due gare si qualificherà per il turno successivo. La finale di coppa Italia regionale si disputerà a Licata.

Per il Ragusa c’è dunque subito il S. Croce di Andrea Di Giacomo per un derby inedito almeno a questo livello. La Lega Sicula ha anche varato i quattro gironi di Promozione ed il turno di coppa Italia. Le squadre iblee, Comiso e la neo promossa Or.Sa, sono state incluse nel girone D. Per quanto riguarda il turno di Coppa questi l’accoppiamento prevede subito il derby tra le due ragusane. Il comitato regionale siculo ha anche ufficializzato la cancellazione della Moticea e ripescato l’Inessa di S. Maria di Licodia.

MOTICEA NON ESISTE PIU´

La Moticea non c’è più. La squadra non si è iscritta al campionato di promozione ritirando la prima quota di versamento che aveva effettuato la settimana scorsa.

A spingere il presidente Giuseppe Frasca a prendere questa decisione il fallimento della trattativa con il per Scicli ed il completo disinteresse della città nei confronti della squadra. Ieri mattina il segretario Nuccio Gugliotta ha pertanto inoltrato il telegramma alla Lega Sicula ritirando la pre iscrizione della squadra e di fatto cancellando la società dagli organici del calcio siciliano.

Il presidente Frasca ha cercato in tutti i modi di salvare la squadra prima con un accordo con il per Scicli; la società sciclitana aveva dato delle assicurazioni ed i due presidenti hanno sottoscritto un protocollo che alla prova dei fatti si è dimostrato carta straccia. Troppe le divergenze economiche con costi che il Per Scicli non si è voluto accollare ed impegni che la Moticea non si è sentita di assumere nei confronti del sodalizio sciclitano. La trattativa ormai data per conclusa è dunque fallita ed il presidente Frasca ha deciso di mollare tutto.

Sono svincolati pertanto tutti i giocatori rossoblù che restano liberi sul mercato. Alcuni di questi si sono già accasati come per esempio Gugliotta che si è aggregato al Modica ed il portiere Buscema che è andato allo Scicli. Grande il rammarico dei dirigenti. Dice il segretario Nuccio Gugliotta «Dopo cinque anni di attività e tre promozioni chiudiamo i battenti. Ci siamo resi conto di non potercela fare. La città non ha risposto, abbiamo trovato solo indifferenza. E’ un vero peccato e tanti sacrifici di questi anni che sono andati perduti in un sol colpo. Mi dispiace per i nostri giocatori ma siamo tutti delusi».

La città si ritrova dunque con il Modica Calcio in serie D ma con grandi difficoltà del presidente Riccardo Radenza che ha grandi difficoltà a far quadrare i conti ed il Frigintini in prima categoria dopo la retrocessione dello scorso anno. Tutto questo a distanza di un solo anno quando ci sono state due squadre in promozione ed un Modica che ben si è comportato in serie D.