Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1182
MODICA - 08/08/2010
Sport - Modica: ieri la disputa delle semifinali, fuori i favoriti Munzone e Giacalone

Tennis: la finale del "Di Tommasi" è Caruso - Intile

Il match oggi alle 17.30 al Country club di contrada Musebbi

La finale del 25mo memorial Roberto Di Tommasi sarà Caruso-Intile. Si gioca oggoi alle 17.30 presso il Coutry Club di contrada Musebbi che ha ospitato il torneo.
E’ questo il verdetto del campo dopo le due semifinali disputate ieri davanti ad un numeroso pubblico che ha seguito con grande interesse i due match. Non arrivano in finale i due favoriti Germano Giacalone e soprattutto Cosimo Munzone che sono andati sotto davanti ai più giovani avversari.

Nella prima semifinale, con un ottimo contorno di pubblico, si sono affrontati il diciottenne avolese Salvatore Caruso, 2.5 e n.2 del tabellone, ed il n. 3 del seeding, Germano Giacalone, palermitano, pari classifica di Caruso: match dagli alti contenuti tecnici che ha visto Giacalone partire alla grande con un´ottima tenuta da fondocampo che si portava subito avanti per 3/0 e avanti di un break, dovuto anche all´eccessivo nervosismo dell´avolese che si innervosiva per una chiamata dubbia dell´arbitro in suo sfavore.

Ma il giovane portacolori del Filari tennis di Rometta Marea di Messina, era bravo a reagire e ad impattare sul 3/3, iniziando a macinare gioco da fondo, soprattutto con il dritto, e mettendo sempre più spesso piede a rete per chiudere ciò che produceva dal fondo. Giacalone stringeva i denti, si innervosiva poichè non riusciva a star dietro al ritmo indiavolato dell´avolese e cedeva per 7/5 il primo parziale. Nel secondo set Caruso andava subito avanti di un break, faceva valere il suo maggior tasso tecnico ed andava a chiudere in scioltezza per 6/3 il secondo set, e si garantiva l´ingresso in finale.


Nella seconda semifinale, faceva il suo ingresso nel torneo, la testa di serie n.1, Cosimo Munzone, 2.4, tesserato per il Ct Montekatira, circolo a cui ha contribuito fattivamente per la promozione in Serie B quest´anno. Munzone, giocatore completo, dal gran servizio, di difficile lettura, e dotato di un ottimo tocco di palla, partiva molto bene contro il portacolori del T.c. Carlentini, Nazareno Intile, 2.6, giocatore mancino, molto solido, con un gran servizio piatto, e si portava sul 5/2 in suo favore, mettendo in mostra il suo gran dritto ed una mortifera palla corta. Ma a quel punto qualcosa si inceppava, qualche discussione di troppo con il giudice di sedia, ed il giudice arbitro, distraevano Munzone che cedeva ben 5 giochi fila perdendo incredibilmente il set.

Nel secondo Munzone rimaneva attaccato al match fino al 3/3, ma un break al settimo gioco in favore di Intile, regalava il 6/3 finale al giocatore di Carlentini che si qualificava per la sua prima finale di stagione.