Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 880
GIARRATANA - 13/12/2010
Sport - Pallavolo: gli atleti di coach Roberto Prefetto volano alto in classifica

Pasta Poiatti "mangia" Punto Messina per 1 a 3

Giocato sul filo dell’equilibrio il quarto set Foto Corrierediragusa.it

PUNTO CASA MESSINA - PASTA ALBERTO POIATTI GIARRATANA 1-3

PUNTO CASA MESSINA: Caravello 9, Nicosia 3, Corica 6, Warnakalla 9, De Francesco 4, D’Andrea F. 9, Russo, Ionata (L), D’Andrea M. 2, Marchetta 7, Bonavita ne. All.: Caristi.

PASTA ALBERTO POIATTI GIARRATANA: Bocchieri 5, Buremi 18, Calò 10, Inguanti ne, Lo Bello 9, Lombardo (L) 1, Manuilov 13, Pappalardo 12, Pellegrino ne, Ciacera, Chillemi ne. All.: Prefetto.

ARBITRI: Di Bella e Pampalona di Palermo

PARZIALI: 18-25; 16-25; 25-22; 24-26

NOTE: Poiatti ace 5, battute sbagliate 10; Punto Casa Messina ace 3, battute sbagliate 11.


Stavolta la Pasta Alberto Poiatti non si fa sorprendere dal ritorno di fiamma dell’avversario di turno. E pur sul difficile campo del Punto Casa Messina riesce a centrare un’altra vittoria che consente agli atleti di coach Roberto Prefetto di volare alto in classifica nel campionato di serie B2 di pallavolo maschile. «Un 3-1 meritato su un campo – spiega il presidente della società di Giarratana, Raffaele Sammito – in cui altre squadre avranno più di qualche difficoltà a passare.

Noi ce l’abbiamo fatta e devo porgere i complimenti ai miei ragazzi e a tutto lo staff tecnico perché stavolta, a differenza della partita di Catanzaro, non ci siamo fatti sorprendere dal consueto black out che ci impedisce di garantire quella continuità che ci avrebbe permesso di chiudere la partita sul 3-0. Tutto sommato, nel quarto set, ci siamo risvegliati. E pur avendo vinto il parziale ai vantaggi, abbiamo dimostrato di esserci sino in fondo, evitando di perdere uno, o forse più punti, circostanza che avrebbe potuto compromettere la nostra corsa verso le zone che contano dello schieramento. Tutto bene, insomma, con altri tre punti in saccoccia che, proprio perché conquistati in trasferta, hanno un sapore diverso».

L’inizio è davvero veemente per la Pasta Alberto Poiatti. I padroni di casa vengono subito annichiliti. Sugli scudi il duo Buremi e Manuilov, con Calò che dà manforte quando occorre. Un fuoco a ripetizione che non lascia scampo. I peloritani sono costretti alla resa. Un copione che si ripete quasi identico anche nel secondo parziale. La Pasta Alberto Poiatti è troppo forte per il Punto Casa Messina. Nel terzo set, quando la gara sembra ormai segnata, anche per il rosso comminato a Caravello, ecco che gli ospiti si complicano la vita. Una serie di battute sbagliate e di ricezioni non proprio ineccepibili riaprono la strada ai messinesi.

Giocato sul filo dell’equilibrio il quarto set. Nel finale, però, nonostante si arrivi ai vantaggi, la squadra iblea dimostra di crederci di più. E conquista il punto partita con la determinazione dei momenti migliori. «Stavolta – dice a fine gara il palleggiatore, Riccardo Bocchieri, cinque punti per lui – siamo stati motivati a dare il massimo.

Certo, abbiamo rischiato grosso. Avremmo potuto anche perdere un punto, o forse più, così come era accaduto a Catanzaro. Proprio non riesco a spiegarmi queste fasi di defaillance che permettono il recupero degli avversari di turno. Ad ogni modo, pensiamo a festeggiare questo risultato che ci permette di guardare avanti con piena fiducia dei nostri mezzi. Proveremo, anche per il prossimo impegno lontano dalle mura amiche, a mantenere alto il nostro rendimento. Nella speranza di chiudere in crescendo questo anno 2010 così ricco di soddisfazioni».

Nella foto Riccardo Bocchieri