Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 1061
GIARRATANA - 28/11/2010
Sport - Volley: settima giornata del campionato maschile di serie B2, girone I

Pasta Alberto Poiatti cinica batte Vibo Valentia

E dire che i calabri arrivavano da una serie utile e che, dopo il successo ottenuto in trasferta a Trapani, venivano indicati come una delle squadre rivelazione del torneo

VIBO VALENTIA-PASTA ALBERTO POIATTI GIARRATANA-GIARRE 1-3

VIBO VALENTIA: Iurlaro 14, Marra 14, Presta ne, Crigna 8, Esposito 1, Palmieri D. 7, Calmieri F., Sardanelli (L), Ruggiero 1, Schipilliti 5, Topa ne. All.: Torchia.

PASTA ALBERTO POIATTI GIARRATANA: Bocchieri 3, Buremi 18, Calò 15, Inguanti, Lo Bello 7, Lombardo (L), Manuilov 10, Pappalardo 10, Pellegrino ne, Puglisi 1, Chillemi 1. All.: Prefetto.

ARBITRI: Di Certo (Reggio Calabria) e Schillaci (Catania)

PARZIALI: 19-25; 25-16; 16-25; 13-25

NOTE: Poiatti ace 5, battute sbagliate 12; Vibo Valentia ace 3, battute sbagliate 8.

VIBO VALENTIA – Ecco la Pasta Alberto Poiatti che tutti si aspettano. Squadra cinica e praticamente senza sbavature. Capace di battere l’avversario grazie ad una prestazione sopra le righe. E’ quanto accaduto a Vibo Valentia, nella gara valida per la settima giornata del campionato maschile di serie B2, girone I. Il team allenato da Roberto Prefetto non solo vince, ottenendo il primo successo in trasferta della stagione, ma concretizza il sorpasso in classifica proprio ai danni della Callipo. E dire che i calabri arrivavano da una serie utile e che, dopo il successo ottenuto in trasferta a Trapani, venivano indicati come una delle squadre rivelazione del torneo.

«Ma contro una Pasta Alberto Poiatti che si è espressa ai massimi livelli – afferma il presidente della società iblea, Raffaele Sammito – credo che c’era pochissimo da fare. Abbiamo dato vita ad una bella prestazione, così come ci attendevamo e così come avevamo chiesto ai nostri ragazzi. Il secondo set l’abbiamo perso per una serie di evenienze, non ultimo il momentaneo malessere che ha interessato uno dei nostri giocatori e che ha permesso il recupero dei padroni di casa. Siamo stati bravi. Siamo cresciuti. E finalmente sta venendo fuori quel gruppo che finora non aveva espresso ancora al massimo le proprie potenzialità».

Nel primo set la Pasta Alberto Poiatti preme subito il piede sull’acceleratore. Gli attacchi mortiferi di Buremi (miglior realizzatore dell’incontro) e di Calò non danno tregua. Sul 9-6 per i pallavolisti di Giarratana, Vibo accenna un minimo di reazione. Ma i padroni di casa vengono ricacciati subito indietro nel punteggio. E il team di Prefetto mantiene quella distanza di sicurezza che gli permette di aggiudicarsi senza problemi il set. Stesso andamento anche nelle battute iniziali del secondo parziale poi, però, condizionato da un problema che impedisce a Lo Bello, fino a quel momento perno essenziale dell’attacco ibleo, di proseguire.

Vibo Valentia, che non ci sta a recitare il ruolo dell’agnello sacrificale, si porta avanti mentre la Pasta Alberto Poiatti accusa il colpo e non sa più reagire. Bastano, però, pochi minuti di concentrazione agli iblei, quelli dopo la conclusione del set, per ritrovare la giusta determinazione e cominciare a marciare così come fatto prima. Il terzo set, soprattutto nelle battute finali, è un monologo di marca giarratanese. Ancora meglio gli ospiti sanno fare nel quarto con i calabri che non possono far altro se non prendere atto dello strapotere degli avversari. La gara si chiude con Prefetto che ha l’opportunità di dare spazio anche ai più giovani.

«Se proprio vogliamo trovare un difetto in questa nostra prestazione – precisa l’allenatore – a parte il disagio subito nel secondo set, possiamo dire che le nostre battute, in alcuni frangenti, sono state meno incisive delle loro, di certo più morbide. E ciò ha favorito un loro ritorno di fiamma che ci ha creato qualche difficoltà. Ecco, l’unico appunto che mi sento di fare potrebbe essere questo. Per il resto, si è trattata di una performance assolutamente soddisfacente, contro una squadra, Vibo Valentia, che non ha bisogno di presentazioni. Ci siamo di certo esaltati nell’affrontare un team così determinato e di valore. Questa è la Pasta Alberto Poiatti che vogliamo. Se continuiamo così possiamo prenderci tante altre soddisfazioni».