Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1347
COMISO - 13/10/2009
Sport - Calcio Promozione: la squadra allenata da Peppe Borgese si è fatta imbrigliare

Calcio: Comiso sfortunato a Grammichele. Ora c´è la Coppa

Un rigore fallito, due gol annullati e altrettanti legni colpiti. Questo lo sventurato bilancio della formazione verdearancio, costretta al 2 - 2

Prestazione sfortunata del Comiso in quel di Grammichele. La squadra allenata da Peppe Borgese si è fatta imbrigliare, al termine di una gara vibrante ma segnata per i colori verdearancio da una massiccia dose di iella, dalla locale formazione della Nuova Aquila. Un rigore fallito, due gol annullati e altrettanti legni colpiti. Questo lo sventurato bilancio della formazione verdearancio, costretta al pari, 2 a 2 il risultato finale, dal locale team di casa.

Di Cinnirella e di Di Dio, ambedue serviti da un incontenibile Giuseppe Brugaletta, le reti che hanno permesso al Comiso di raggiungere il pari, dopo che gli avversari di giornata si erano portati in doppio svantaggio nelle uniche due occasioni concesse dalla retroguardia del Comiso durante la prima frazione di gioco. Un punto che comunque ha consentito alla formazione verdearancio di non abbandonare la seconda posizione in classifica, sia pure in coabitazione con il Santa Croce, anche se la capolista Ragazzini Generali, grazie allo 0 a 1 inflitto a domicilio allo Sporting Misterbianco, ha portato a quattro i punti di vantaggio sulle più immediate inseguitrice. Situazione di classifica che, però, non lascia scontento il massimo dirigente verdearancio, Salvatore Di Stefano.

«Peccato per la sventurata prova esibita a Grammichele, dato che se avessimo vinto noi, certamente non avremmo rubato nulla, tuttavia è anche vero che questo è il bello, o il brutto, del calcio, dove ogni gara è una storia a se. Ad ogni modo- prosegue Di Stefano- la nostra posizione di classifica è indubbiamente favorevole, forse anche al di sopra delle nostre stesse aspettative, visto il difficile lotto di gare disputato in questo inizio di stagione».

Archiviata la pratica Grammichele, adesso sulla strada del Comiso si presenta la gara di ritorno del secondo turno di Coppa Italia, competizione alla quale i verdearancio sono interessati, se non altro perché garantisce, in caso di successo finale su scala regionale, l’accesso immediato al torneo di Eccellenza 2010/11. Si gioca mercoledì, calcio di inizio fissato per le ore 15: 30, al Comunale, avversario di turno il Santa Croce, il quale verrà affrontato per la terza volta in meno di un mese, partendo dallo 1 a 1 conseguito all’andata in casa dei camarinensi.