Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1441
COMISO - 28/09/2009
Sport - Calcio: in Promozione pari del S. Croce a Pachino e vittoria del Comiso

Calcio: vince il Comiso, Moticea-Scicli 1-1, Frigintini ko

A Modica lo Scicli agguanta il pari all’ultimo minuto dopo il vantaggio della Moticea con Puma

Comiso-Real Avola 2-0

Comiso: Annese, Nicoletti, Brugaletta M, Di Dio, Milazzo, Cassibba, Tumino (80’ Salvo), Pitino, Cinnirella (84’ Agosta), Gurrieri, Brugaletta G (88’ La Ferla). All. Giuseppe Borgese.

Real Avola: Randazzo, Carbè, Scarso (71’ Cassone), Catania (65’ Genovese), Marziano, Ricca, Maieli, Vezzosi, Pisano, Intagliata, Ferro (46’ Miraglia). All. Giovanni De Leo.

Arbitro: Fichera di Catania.

Marcatori: 15’Brugaletta, 18’ Cinnirella.


COMISO - La coppia gol del Comiso stende un evanescente Real Avola. I verdearancio, grazie ai gol di Giuseppe Brugaletta e Cinnirella, infliggono un pesante passivo agli ospiti, mai apparsi in grado di impensierire seriamente l’attento Annese. Borgese, fuori per infortunio Famà, Guastella e Cortese, opta inizialmente per un inedito 3-5-2, mentre De Leo imposta i suoi con il classico 4-4-2, con l’esperto duo d’attacco formato da Intagliata e Pisano. Buon avvio dei locali che, prima con Mattia Brugaletta al 2’, e dopo con Cinnirella dieci minuti più tardi, chiamano in causa Randazzo.

Nulla può, però, l’estremo difensore ospite al 15´, quando Giuseppe Brugaletta in spaccata insacca da pochi passi un traversone rasoterra di Tumino, imbeccato a sua volta da un pregevole assist in profondità di Cinnirella. Il Real Avola accusa il colpo e il Comiso raddoppia tre minuti dopo. Annese in uscita anticipa Intagliata con la sfera che giunge sui piedi di Pitino. Bel lancio in avanti di quest’ultimo per Cinnirella, il quale in azione solitaria e insistita batte di nuovo Randazzo.

Al 30´, nell’unica azione degna di nota del Real Avola nel primo tempo, Maieli non capitalizza il bel taglio di Pisano, sprecando da buona posizione solo davanti ad Annese. Nella ripresa tutti si attendono l’arrembaggio da parte dei ragazzi di De Leo, che nell’intervallo avvicenda Ferro con Miraglia, invece è sempre il Comiso che impone il suo gioco con azioni manovrate e ben organizzate che, di fatto, impediscono agli avversari di preoccupare Annese.

Di valore, nella fattispecie, la giocata operata da Di Dio al 54’. Il suo tiro, scagliato da oltre trentacinque metri, centra in pieno la traversa. Quattro minuti dopo, invece, è il neo entrato Miraglia a sciupare una ghiotta occasione, concludendo alto sopra la traversa, mentre al 75’ Intagliata in mischia spedisce di poco alla destra di Annese. Il risultato, nonostante il forcing finale, in verità flebile, degli ospiti, non subisce più cambiamenti fino al triplice fischio del signor Fichera di Catania, il quale prima della fine espelle giustamente Marziano, reo di un violento intervento ai danni di Giuseppe Brugaletta.

S. Croce in difficoltà sull´ostico campo di Pachino ed è solo 1-1. Il Frigintini sciupa tutto a Grammichele.

I modicani di mister Massimo Battaglia mancano tre occasioni da gol e vengono punti da un gol al 34´ del primo tempo.

Di seguito il dettaglio del derby giocato sabato al polisportivo della Caitina

Moticea – Scicli 1 – 1
Marcatori : Puma al 28’st , Dongola al 47’ st


Sfuma nei minuti finali la prima vittoria in campionato per la Moticea. Lo Scicli recupera proprio allo scadere con un ben assestato colpo di testa di Dongola che, appostato sul secondo palo, sfiora quel tanto di testa sulla punizione a spiovere di Gennaro, da mettere in rete.

E’ stata una partita combattuta tra due squadre in cerca di riscatto. Peccato che le condizioni del «Vincenzo Barone» non abbiano permesso di giocare al meglio. Anche i tifosi sono stati penalizzati visto che l’impianto è inagibile e quindi chiuso al pubblico.

La Moticea può recriminare per la disattenzione che è costata il gol ma l’allenatore Adamo ha motivo di conforto per la prestazione dei suoi uomini che hanno tenuto il pallino del gioco e creato qualche occasione da gol. Bene ancora Puma al suo secondo gol in campionato; il giovane centravanti ragusano è più che una promessa ed ha segnato un gol di rapina quando ha anticipato di testa Taranto mettendo in rete su cross di Candiano.

La Moticea è stata penalizzato dalla uscita dal campo di Gugliotta per infortunio dopo appena cinque minuti di gioco sugli sviluppi di una azione che aveva portato il centrocampista modicano vicinissimo al gol. La Moticea ha premuto per tutto il primo tempo senza costrutto ed ha avuto buone occasioni nella ripresa due volte con Livia e poi con Galfo che è arrivato di un soffio in ritardo sul cross di Conato.

Il tabellino della gara

Moticea: Retrime 6, Covato 6 , Conato 6, Galfo 6 (dal 32’st Luca Candiano 5), Melilli 6, Nigro 7, Agosta 6 , Puma 7, Livia 7 (dal 38’ st Giunta sv ), Gugliotta sv (dal 13’ pt Giuseppe Candiano 6), Campailla 6 all. Adamo.
Scicli: Taranto 6, Dongola 7 , Raniolo 6 , Caruso 6, Tumino 6 , Cuffaro 6, Grimaldi 6 (dal 45’st’ Giannone sv.), Ficili 5(dal 30’ st’ Adamo 5), Spitale 6, Gennaro 6 , Leonardo 5 all. Spadola.
Arbitro: Ambrosino di Napoli 6.
Note: Ammoniti Covato , Dongola e Adamo. Angoli 4 a 0 per la Moticea. Recupero 3’ pt, 4’st