Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 1103
COMISO - 06/07/2009
Sport - Calcio a 5: con la formula delle 24 ore no stop

Calcio a 5: concluso il primo memorial "Davide Arcidiacono"

La manifestazione in ricordo del giovane deceduto in un incidente stradale avvenuto lo scorso anno

Si è concluso, dinanzi ad un cospicuo pubblico, la prima edizione del memorial «Davide Arcidiacono», torneo di calcio a cinque disputato con la formula delle 24 ore no stop. La manifestazione, che si è svolta presso l’impianto di erba sintetica sito accanto alla piscina comunale, ideata e organizzata dai giovani Paolo Modica e Nunzio Ferreri in ricordo del loro mai dimenticato amico, deceduto in un incidente stradale avvenuto lo scorso anno, ha premiato la formazione del Mississippi che ha sconfitto al termine di un’appassionante quanto equilibrata sfida conclusiva i diretti contendenti del «Dino’s Team».

Al terzo posto si è piazzato il quintetto della New Team che ha avuto ragione nella finalina delle deluse dei rivali della Global Fashion. In tutto, comunque, sono state dieci le formazioni che si sono sfidate nella competizione, che si è avvalsa della formula del mini torneo della durata di un giorno solare, cioè con gare che sostanzialmente si sono disputate anche durante le ore notturne, divise nella fase eliminatoria in due girone da cinque squadre ciascuno.

Terminata la prima fase a girone, il torneo è poi proseguito con le gare ad eliminazione diretta, intervallate intorno alla mezzanotte anche da una piacevole grigliata offerta dal comitato organizzatore, che, come detto in precedenza, hanno sancito l’affermazione finale del Mississippi. Subito dopo la finale si è svolta la premiazione con la partecipazione del fratello dello sfortunato Davide, Emilio Arcidiacono, del vice sindaco di Comiso, Salvo Girlando, e del parroco della Chiesa della Madonna delle Grazie, Don Franco Ottone, sempre presente quando ci sono avvenimenti incentrati sui giovani.

La cerimonia si è svolta in maniera misurata, sebbene abbia destato molta commozione nei presenti il momento in cui sono stati fatti volare due grandi palloni nel cielo con una frase elogiante il povero Davide, ragazzo estroverso ed aperto, strappato ai suoi cari da una triste fatalità.