Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 974
COMISO - 22/04/2009
Sport - Basket: a spese della Polisportiva basket nella partita giocata domenica

Basket: la stracittadina di Comiso va All´Ecoprint Diana

La squadra è tornata alla vittoria, dopo 5 sconfitte consecutive

POLISPORTIVA BASKET COMISO - ECOPRINT DIANA COMISO 58 - 73

Polisportiva Basket: Schillace 12, Dimauro 6, Cilia, Modica M 12, Romano, Modica M, Mandarà 17, Sammito 10, Spata, Modica F, Calabrese. Coach: Salvo Scrofani

Ecoprint Diana: Barone 11, Ferrante 13, Barone, Bonifacio 2, Massari 12, Meli 17, Vaccaro 4, Ceccato 6, Sardo, Picarella 8. Coach: Peppino Intorrella

Parziali: 20-12 19-16 12-25 7-20

Arbitri: Esposito C. di Santa Croce Camerina Arbace S. di Ragusa



L’Ecoprint Diana si aggiudica, a scapito della Polisportiva Basket, la stracittadina di Comiso, tornando in questo modo alla vittoria, dopo cinque sconfitte consecutive, nel match giocato domenica sera al PalaDavolos e valido quale decimo turno del campionato di serie D maschile di pallacanestro. Sconfitta ma non abbattuta, comunque la Polisportiva Basket di Salvo Scrofani che, in cerca ancora della matematica salvezza, ha iniziato alla grande la gara terminando il primo parziale avanti di otto punti (20-12), prima di giungere al riposo lungo con ben undici lunghezze di vantaggio (39-28).

Punta nell’orgoglio, però, l’Ecoprint Diana, trainata dalla vecchia guardia, Davide Massari, Mauro Bonifacio e il veterano Gino Vaccaro su tutti, raddrizzava già l’incontro nel terzo periodo, (51-53), chiudendo poi a proprio favore la gara con il risultato finale di 58 a 73. Cominciata pertanto nel migliore dei modi l’avventura di Peppino Intorrella quale capo allenatore della Diana, promosso dalla dirigenza in seguito alle dimissioni presentate da Massimiliano Farruggio durante la sosta pasquale, mentre per quanto riguarda i cugini della Polisportiva Basket, il traguardo della salvezza, anche se non matematico, appare oramai ad un tiro di schioppo.

Gran parte del merito va indirizzato al suo allenatore, Salvo Scrofani, abile a inculcare il suo credo ad una squadra formata prettamente da giovanissimi atleti, futuro serbatoio, questo lo scopo primario del suo mandato, dell’Olimpia Basket, sorella maggiore della Polisportiva.