Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 938
COMISO - 22/04/2009
Sport - Calcio Promozione: la delusione del presidente Di Stefano

Calcio: la fine del sogno del Comiso sulle ali dell´Aquila

Lo spietato responso del campo al termine della semifinale dei play off del girone D

Aquila Caltagirone 1, Comiso 0, è la fine di un sogno. Questo lo spietato responso del campo al termine della semifinale dei play off del girone D di Promozione disputata domenica scorsa nel campo neutro di Palazzolo. La rete realizzata da Reale al quinto minuto del secondo tempo, ha, di fatto, interrotto il cammino dei verdearancio verso il prossimo campionato di Eccellenza, condannando l’undici comisano ad un´altra stagione nel campionato di Promozione. Una battuta d’arresto, quella subita dal Comiso, arrivata nonostante il maggiore dominio territoriale manifestato nel corso dei novanta minuti anche se, ad onor del vero, sono state veramente limitate le situazioni pericolose di gioco realizzate da Marco Indigeno e compagni.

Salvatore di Stefano, presidente del club sito in Via Checov analizza il film dell’ultima gara giocata. «A Palazzolo si è chiusa una stagione con una sconfitta che mi ha lasciato alquanto deluso, sebbene il nostro obiettivo d’inizio campionato, ossia i play off, è stato raggiunto. Superare il turno sarebbe stato andare oltre le aspettative, è vero, tuttavia il modo con cui siamo stati eliminati non mi da tregua. Abbiamo dominato l’Aquila Caltagirone per quasi tutta la gara, ma non siamo stati lucidi in zona gol e nel calcio tutto questo si paga, giacché loro, nell’unica azione pericolosa prodotta, sono riusciti a segnare e a vincere.

Parte della sconfitta, secondo la mia personale opinione, è da attribuire anche al terreno di gioco, in erba sintetica, che ha impedito il normale controllo della sfera ai nostri giocatori. Con questo- prosegue di Stefano- non voglio creare alibi per la nostra sconfitta, ma anzi approfitto dell’occasione per inviare i miei complimenti agli amici dell’Aquila per l’accesso alla fase successiva della manifestazione. Allo stesso modo, ringrazio i numerosi tifosi al seguito della squadra, l’amministrazione comunale per la disponibilità dei pullman per la trasferta, i nostri sponsor e, atto dovuto, i miei collaboratori più stretti. Un grazie, infine, allo staff tecnico e a tutti i giocatori per il dovere profuso nella stagione tranne che per l´ultima gara per la quale sono rimasto parecchio crucciato».