Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 930
COMISO - 15/06/2016
Sport - Calcio, Promozione: i dirigenti hanno incontrato il sindaco per la disponibilità gratuita del "Comunale"

Il Comiso ci riprova, chiederà il ripescaggio in Promozione

La società ha ottenuto 3 ripescaggi nelle ultime 5 stagioni. Rimmaudo e Ferrara andranno via Foto Corrierediragusa.it

Il Comiso tenta la carta ripescaggio. La documentazione è pronta e la società è convinta di potercela fare nonostante abbia ottenuto tre ripescaggi nelle ultime cinque stagioni. La società verdearancio conta così di «rientrare» in Promozione da dove è retrocessa dopo un finale di campionato molto deludente. Il Comiso ha inanellato nelle ultime stagioni una serie di passi falsi. Retrocesso nel 2012-13 dal campionato di Eccellenza. Poi nel 2014-15 retrocesso in Prima Categoria e ripescato, così come lo scorso anno dopo la terza retrocessione. Nulla autorizzerebbe grandi speranze alla luce di questo percorso per nulla dignitoso ma la società ci crede ed anzi rilancia.

Il presidente Antonio Lauretta e il segretario Gianni D’Iapico hanno incontrato il sindaco per ottenere l’uso gratuito dello stadio comunale ottenendo la disponibilità. Inoltre sono stati contattati alcuni imprenditori per un sostegno concreto alla squadra. Inoltre si vuole puntare a mettere su un settore giovanile che dia linfa alla prima squadra. Tutto in alto mare naturalmente per l’aspetto tecnico in attesa delle decisioni che il Comitato regionale assumerà. Si avrà conferma non prima della fine del prossimo mese. I due pezzi più pregiati del Comiso Ivan Rimmaudo e Ivan Ferrara sono stati contattati da diverse società di categoria superiore e certamente, a prescindere dalla categoria, non saranno più parte dell’organico dei verderancio.