Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1147
COMISO - 07/02/2016
Sport - Calcio, Promozione: New Pozzallo travolto da Atletico Pedara, salvezza più difficile

Impresa Comiso ad Aragona, tripletta Rimmaudo ed è vittoria

I gol tutti nella ripresa dopo avere subito due gol nel primo tempo Foto Corrierediragusa.it

ARAGONA – COMISO 2 – 3
Marcatori: 25’ Di Bella, 4’st Spina, 10’st 17’st e 30’st Rimmaudo.

COMISO: Gurrieri D., Ferraro, Nigita, Tumino, Ourodjobo, Gurrieri Antonino, Farina (6’st Gurrieri Antonio), Verdicchio, Fazio, Gurrieri M., Rimmaudo. All.re Nicolosi.


Grande impresa del Comiso che, sotto di 2-0 fuori casa contro l’Aragona, recupera e vince una gara importante per il suo destino in campionato. La vittoria infatti consente ai verdearancio di agganciare a 16 punti il Ravanusa e a portarsi a tre punti dal Casteltermini, prima squadra fuori dai play out. Dall’inferno dell’ultimo posto in classifica adesso il Comiso ha la possibilità addirittura di tirarsi fuori perfino dalla sfida dei play out e guadagnare la salvezza direttamente. Una metamorfosi insperata ma i cui segnali si erano visti già dalla seconda di ritorno, alla ripresa del campionato, coronati anche dalla direzione tecnica di Nicolosi che ha saputo trasformare la squadra, facendone emergere doti tecniche e di gioco che potenzialmente erano latenti nell’undici verdearancio. A Raffadali, campo neutro, contro l’Aragona il Comiso non si è abbattuto dopo il 2-0 e ha reagito trovando tre splendidi gol con Ivan Rimmaudo che, per ricordo, ha poi portato a casa il pallone della gara. L’avvio era stato buono per la compagine allenata da Nicolosi che, già al 1’, aveva una buona occasione con Verdicchio di testa. Al 25’ però l’Aragona passava in vantaggio con Di Bella di testa da calcio d’angolo. Locali che avevano anche la palla del 2-0 e con il Comiso che soffriva le ripartenze dei biancoazzurri locali ma che, prima del 45’, trovano però due occasioni da rete con Fazio e Rimmaudo. Nella ripresa al 4’ agrigentini in doppio vantaggio con Spina di testa ancora su cross da corner. Il Comiso però reagiva e prima al 10’ accorciava le distanze con Rimmaudo, dopo un contropiede orchestrato da Mirco Gurrieri e poi al 17’ si portavano sul 2-2 ancora con Rimmaudo lanciato da Verdicchio. Al 30’ i verdearancio completavano la rimonta ancora con Rimmaudo, servito sempre da un assist di Mirco Gurrieri. L’Aragona reagiva rabbiosamente e metteva alle corde il Comiso che cercava di rintuzzare la veemenza dei locali in tutti i modi. Ne faceva le spese Ourodjobo che veniva espulso per doppia ammonizione, lasciando in ulteriore sofferenza la sua squadra che però riusciva ad arginare le sfuriate avversarie e portava a casa questa importante vittoria.

NEW POZZALLO - ATLETICO PEDARA 1 – 4
NEW POZZALLO: Sessa, Memoli, Scala, Pitino, Melilli, Presti, Lazzarini, Azzarelli I, Strabona, Assenza Parisi, Azzarelli II. All Rosa.


La New Pozzallo cede con un largo punteggio all’Atletico Pedara, che chiudeva il primo tempo già sul 3-1 in suo favore. Ospiti che prima si portavano sul doppio vantaggio con la formazione di Peppe Rosa che riapriva la gara accorciava le distanze su rigore con Strabone. I catanesi però riuscivano a portarsi sul 3-1 prima della fine della frazione. Nella ripresa l’Atletico Pedara arrotondava il punteggio sul 4-1. Sul finale, al 35’, veniva espulso Lazzarini della New Pozzallo.