Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 883
COMISO - 06/01/2016
Sport - Calcio, Promozione: gli azzurri di Peppe Rosa soccombono alla vicecapolista nel finale

Il S. Croce affonda il Comiso, New Pozzallo ancora sconfitto

Primo tempo equilibrato tra santacrocesi e casmenei, nella ripresa ospiti sul velluto Foto Corrierediragusa.it

COMISO – SANTA CROCE 0 – 4
Marcatori: 37’ Arena, 15’st Iurato, 19’st e 23’st Domicoli.

COMISO: Scalogna, Nigita (43’Gurrieri A.), Ben Slouma, Gurrieri A., Ourodjobo, Verdicchio, Fazio (25’st Sortino), Guaye, Babà, Gurrieri M. (16’st Mancuso), Rimmaudo. All.re Emmolo.

SANTA CROCE: Annese, Baeli, Silva, Hydara, Basile, Cassibba, Iurato (22’st Criscione), Puglisi, Domicoli (32’st Campo), Arena (24’st Jatta), Incardona. All.re La Vaccara.

Arbitro: Baglieri di Ragusa
Note: Espulso Guaye al 26’st per doppia ammonizione. Ammoniti: Gurrieri M. e Rimmaudo (C); Puglisi e Iurato (SC). Angoli 4-3 per il S.Croce.


In un campo reso difficile dalla pioggia, Comiso e Santa Croce (foto) non si sono risparmiate energie e hanno comunque dato vita a una gara molto combattuta sul piano della fisicità, con il Santa Croce che è uscito alla lunga, mostrando di avere migliori capacità tecniche e adattabilità alla difficile condizione del fondo di gioco. Il campo pesante avrebbe dovuto livellare le tecnicità e avrebbe dovuto mettere il Comiso nella condizione di sfruttare le ripartenze e le interdizioni. E’ stato invece il Santa Croce che si è adattato più della formazione verdearancio alla difficoltà del fondo del campo impostando la gara sui lanci lunghi, sui contrasti di gioco, sul recupero delle palle a centrocampo.

Dopo i primi venti minuti di schermaglie, la prima vera palla gol della gara l’aveva il Comiso con Rimmaudo che, ben lanciato in area, scoccava un tiro a pallonetto che superava Annese ma non si insaccava per poco. Due minuti dopo la risposta del Santa Croce con un tiro liftato di Puglisi che sfiorava il palo. Da quel momento gli ospiti aumentavano la consistenza in campo riuscendo bene nei contrasti come quello al 37’ che vinceva Puglisi che lanciava sulla destra Hydara il cui cross in area smarcava Arena che tutto solo davanti al portiere insaccava. Domicoli al 41’ calciava poi debolmente verso il portiere che deviava in angolo. Nella ripresa il Santa Croce prendeva completamente il dominio del gioco e il Comiso non riusciva a contrastare gli avversari. Al 15’ da un’ottima giocata ancora di Hydara, Arena fintava facendo filtro per Iurato che da pochi passi metteva in rete. Al 19’ e al 23’ Domicoli siglava la sua doppietta prima raccogliendo un bel pallone di Incardona e insaccando di piatto e poi, dopo un contropiede orchestrato da Arena, insaccava dalla sinistra un ottimo pallone offertogli dall’ex giocatore di Acireale e Agropoli. Il Comiso dopo lo 0-4 calava vistosamente e il Santa Croce badava ad amministrare il risultato.

NEW POZZALLO - BELVEDERE CITTA’ GIARDINO 0 – 1
Marcatore: 35’ st Bongiorno

NEW POZZALLO: Retrime, Strabone, Scala, Pitino, Melilli, Presti S., Caccamo (37’st Azzarelli D.), Azzarelli, Presti A., Assenza Parisi, Distefano. All.re Peppe Rosa.


Ancora una gara giocata bene dalla New Pozzallo e ancora una gara persa solo per una occasione da gol fortuita per gli avversari. Primo tempo equilibrato ma gara veloce sebbene giocata sotto la pioggia. Nella formazione allenata da Peppe Rosa si sono messi ben in evidenza i nuovi acquisti Andrea Presti e Caccamo il quale al 25’ aveva una grossa occasione da gol quando, a pochi passi dalla porta, calciava a lato sfiorando il palo alla sinistra del portiere. Al 35’ ancora la New Pozzallo aveva una occasione sul lanciato a rete Distefano preceduto di un soffio dal portiere con il piede fuori area. Nella ripresa i biancoazzurri si mantenevano ancora vivi in attacco e al 20’ avevano un’altra palla gol con Andrea Presti che su cross a giro di Strabona raccoglieva la palla e calciava sfiorando l’incrocio dei pali. Il Belvedere trovava il gol su mischia al 35’ con Bongiorno con i giocatori biancoazzurri che reclamavano per un fuorigioco dei siracusani.