Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1032
COMISO - 06/07/2015
Sport - Calcio: la società, ex Raddusa, presenterà domanda per il ripescaggio in 1a categoria

Il Città di Comiso punta in alto. Sarà derby?

Oltre alla prima squadra sarà avviata una collaborazione con le scuole calcio di Comiso per creare due formazioni, una allievi e una juniores, allo scopo di favorire la crescita dei giovani che escono dalle scuole calcio Foto Corrierediragusa.it

Lo scorso anno ha partecipato al campionato di seconda categoria con il nome di Raddusa. Dal 23 giugno il Comitato Sicilia della Lega nazionale dilettanti ha dato parere favorevole al cambio di denominazione e di sede sociale di questa nuova società che disputerà il prossimo campionato con il nome «Città di Comiso» ufficialmente in seconda categoria. Ma il nuovo sodalizio non perde tempo e prepara i documenti per il ripescaggio in Prima categoria. Se la domanda verrà accettata la cittadina casmenea potrebbe avere due squadre nello stesso campionato, il Città di Comiso, appunto e l’Asd Comiso, retrocessa dalla Promozione. Il nuovo direttivo del Città di Comiso per la stagione sportiva 2015/16 sarà cosi composto: presidente Giovanni Battaglia; vice presidente con delega alla logistica Salvatore Scifo; vice presidente con delega al settore tecnico Nunzio Calogero; vice presidente con delega alla parte economica Alessandro D´Iapico.

Questi tre vice presidenti saranno coordinati da Paolo Fazio che si occuperà anche del reparto segreteria e dei rapporti con il Comitato Sicilia della Lega nazionale dilettanti di Palermo. La figura del responsabile del settore giovanile sarà occupata da Michele Diconto. Oltre alla prima squadra sarà avviata una collaborazione con le scuole calcio di Comiso per creare due formazioni, una allievi e una juniores, allo scopo di favorire la crescita dei giovani che escono dalle scuole calcio. Per quanto riguarda la panchina della prima squadra sono stati contattati alcuni tecnici che hanno buona conoscenza dei campionati locali e, comunque sarà la categoria, prima o seconda, a questa figura gli sarà affidata una compagine che possa lottare per i primi posti.

(nella foto: il gruppo dirigente della società)