Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 670
COMISO - 21/06/2014
Sport - Calcio: il nodo da sciogliere è l’utilizzo più o meno oneroso dello stadio comunale

Il silenzio è calato sul Comiso. Tra i Mascara è guerra

Peppe Mascara disponibile a rilevare la società ma vuole mani libere Foto Corrierediragusa.it

Continua la guerra in famiglia per la conduzione del Comiso Calcio. Peppe Mascara non ha intenzione di collaborare con nessuno della vecchia dirigenza ed ha detto chiaro e tondo che vuole avere le mani libere. L´ex giocatore di Catania, Palermo e Pescara ha le sue idee ed ha chiesto agli attuali dirigenti, tra cui lo zio, Luigi Mascara, di consegnare le chiavi della società per consentire il suo subentro. "Lascino la società, e poi sarà tutto un altro discorso", ha detto Mascara respingendo anche la mediazione del dirigente Salvatore Giallongo.

Peppe Mascara insomma non vuole scendere a compromessi di sorta come quelli tentati qualche anno fa quando fu tentata una convivenza con alcuni dirigenti attuali che nei fatti non diede luogo ad alcun risultato ed anzi risultò controproducente tanto da indurre Peppe Mascara a prendere le debite distanze dal Comiso. Intanto il tempo stringe ed entro metà del prossimo mese bisogna perfezionare l´iscrizione al campionato di Promozione. Serve un´accelerazione della trattativa ma soprattutto capire quali sono le reali intenzioni di Luigi Mascara che, almeno a parole, è pronto a farsi da parte. Da risolvere inoltre l´utilizzo a titolo più o meno oneroso dello stadio comunale gestito dalla Fair Play.