Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 748
COMISO - 14/06/2014
Sport - Spettacolo delle racchette iblee organizzate dal Circolo Tennis di Comiso

Tennis, Andrea Licitra vince il memorial Rosario Di Modica

Il portacolori comisano ha bissato il titolo regionale conquistato nel 2013. Sfortunato il leader del tennis casmeneo Salvatore Di Pasquale
Foto CorrierediRagusa.it

Racchette iblee in grande evidenza nei campionati siciliani di 3° categoria brillantemente organizzati dal Circolo Tennis Comiso sui campi in cemento del PalaDavolos ed intitolati alla memoria di Rosario Di Modica, socio del sodalizio casmeneo e grande appassionato di tennis recentemente scomparso a causa di un arresto cardiaco.

Nella più importante delle tre prove in programma, il singolare maschile, contraddistinto da un numero record di iscritti, ben 108, e da un altissimo livello del campo di partecipazione, si è imposto Andrea Licitra del Circolo Tennis Comiso, bissando così il titolo regionale conquistato l´anno scorso nella categoria under 16.

In finale, Licitra, che dallo scorso ottobre si allena a Comiso sotto la cura del maestro Sasà Chessari, ha beneficiato della rinuncia di Andrea Tumino, per problemi fisici, ma ciò non toglie nulla al successo del portacolori del Circolo Tennis Comiso, pienamente legittimato, peraltro, dalle vittorie sul fortissimo Luca "bazooka" Potenza, il giocatore che ha più impressionato nel corso del torneo, nei quarti di finale e su Rosario Bunone del Tc Palermo 3 in semifinale.

Degne di nota anche le prestazioni del giovane under 16 Alessio Siringo del Tc Match Ball Siracusa, capace di giungere fino alle semifinali, di Alessio Ardizzone del CT Le Rocce, di Vittorio Augugliaro dello Junior Acicastello e di Antonio Cammalleri dell´Eni Group Gela.

Sfortunata, invece, la prova dello storico leader del movimento tennistico comisano Salvatore Dipasquale, che dopo aver sconfitto agevolmente il forte 3.4 Salvo Russo, nel turno successivo è
stato costretto al ritiro subito dopo aver vinto il primo set contro il modicano Alessandro Garofalo.

Nel singolare femminile, caratterizzato dalla defezione delle principali favorite, si è imposta la maestra comisana Milena Gambini, responsabile della Sat del Circolo Tennis Comiso. Anche la finale femminile non si è disputata per l´improvvisa indisposizione fisica di Michela Xibilia del CT Palermo 3, colpita da un violento attacco influenzale.

Nella prova di doppio maschile, successo di Federico Desi del TC Virtus Vittoria, e di Salvo Russo del TC Zafferana, che in finale hanno avuto la meglio sui cugini Andrea e Giorgio Licitra per 76 75. Impeccabile e curata in ogni dettaglio, come al solito, l´organizzazione del Circolo Tennis Comiso, le cui grandi capacità organizzative sono state piu´ volte elogiate dal vice presidente della FIT Sicilia Roberto Romagnoli nel corso della cerimonia di premiazione, a cui sono intervenuti, oltre al consigliere FIT Salvatore Cavallaro ed ai familiari del compianto Rosario Di Modica, anche il sindaco del Comune di Comiso Filippo Spataro e l´assessore Vittorio Ragusa.

Ed in effetti lo staff dirigenziale del sodalizio casmeneo ha dato grande prova delle proprie capacità organizzative, oltre che durante tutto l´arco del torneo, soprattutto nella giornata conclusiva, che rischiava di essere rovinata dalla mancata disputa delle due finali, riuscendo ad organizzare in tempi record due match di esibizione di grande suggestione. Il primo ha visto opposti il giovane under 14 e quello under 16 maggiormente messisi in mostra nel corso del torneo, ossia Luca Potenza ed Alessio Siringo, mentre nel secondo hanno incrociato le racchette l´avolese Salvo Caruso (nella foto a sinistra con il presidente Sallemi), n. 397 del ranking Atp, ed il 2.6, già tre volte campione italiano nelle categorie giovanili, Riccardo Chessari. I due incontri hanno regalato al numerosissimo pubblico assiepato sugli spalti del PalaTolstoj momenti di grande tennis.

Grande soddisfazione, ovviamente, dei dirigenti del sodalizio casmeneo, che affermano: "Era la prima volta che ci cimentavamo con l´organizzazione di una prova cosi impegnativa come i campionati siciliani di 3a categoria, e, malgrado l´altissimo numero di iscritti, più del doppio rispetto alle edizioni del 2012 e del 2013, abbiamo superato l´esame a pieni voti. E questa volta siamo stati grandi protagonisti non solo in campo organizzativo, dove la nostra leadership e´oramai acclarata dai numeri e riconosciuta dai più alti vertici federali, ma anche sul rettangolo da gioco, con Andrea Licitra, uno dei nostri atleti di punta, capace di imporsi nel singolare maschile. Complimenti anche a Milena Gambini, responsabile della nostra SAT, capace di imporsi nel singolare femminile".