Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 584
COMISO - 02/03/2014
Sport - Calcio: Promozione: ha riposato il S. Croce ed il Real Biscari è stato fermato dalla pioggia

Comiso coraggioso contro lo Sciacca ma non basta

Risultato rocambolesco, gli ospiti a 2’ dalla fine prima pareggiano e poi vincono Foto Corrierediragusa.it

I risultati della10a giornata di ritorno (2 marzo 2014):

Comiso – Sciacca 4 – 5
Ribera ’54 – Real Biscari: rinviata per impraticabilità del campo
Ha riposato il Santa Croce


Ha giocato solo il Comiso in quanto, oltre al Santa Croce che osservava il turno di riposo, anche il Real Biscari non ha disputato la sua gara a Ribera contro la capolista a causa della perdurante pioggia che ha allagato lo stadio agrigentino e impedito che si iniziasse la partita.

L’attenzione era focalizzata sul Comiso sul quale pendeva l’incertezza se la squadra fosse scesa in campo. La dirigenza è riuscita a convincere quasi tutti i giocatori a scendere dall’Aventino e a schierarsi in campo, anche se la condizione fisica era ovviamente deficitaria per via della imperfetta preparazione atletica susseguente alle vicissitudini societarie. Solo Alma e Messina hanno dato forfait. La società li ha sostituiti con La Raffa e con Cinnirella ma il primo proprio alla vigilia della gara si è infortunato, costringendo il tecnico Carbonaro a schierare più juniores rispetto a quelli previsti nel reparto difensivo. Questa emergenza ha condizionato pesantemente la prestazione dell’intera compagine verdearancio e il risultato finale, anche se l’undici allenato da Carbonaro ha giocato comunque una ottima partita, considerando le emergenze.

La storia della gara dà in modo preciso come la formazione comisana abbia brillato per impegno e agonismo, pagando solo per le assenze in difesa e per la precaria condizione atletica. Il Comiso passava in vantaggio nei primi minuti della gara proprio con Giovanni Cinnirella ma, alla lunga, subiva il ritorno degli ospiti, ben organizzati e con i meccanismi da tempo rodati, che giungevano a segnare ben tre gol e a portarsi sul 3-1. La partita sembrava incanalata verso una chiara vittoria dei saccensi ma il Comiso usciva fuori e prima accorciava le distanze su rigore con Leone e poi pareggiava con Cinnirella. Gurrieri portava addirittura sul 4-3 il risultato a favore dei colori verdearancio ma, proprio quando sembrava fatta, gli ospiti prima pareggiavano all’88’ e poi portavano il risultato sul definitivo 5-4 al 94’, proprio nell’ultimo dei quattro minuti di recupero concessi dal direttore di gara. L’amarezza per la sconfitta non ha comunque scalfito la soddisfazione dei giocatori e della dirigenza, presente compatta sugli spalti, per una gara gagliarda e coraggiosa, affrontata con pesanti handicap di formazione e di preparazione. Adesso il Comiso può guardare con fiducia al futuro e concludere un campionato che poteva sfociare in ben altri risultati.