Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1112
COMISO - 15/12/2013
Sport - Calcio, Promozione: nell’ultima di andata ha riposato il Real Biscari

Vantaggio S. Croce ma il derby va al Comiso, 3-1

Gli ospiti erano passati con La Vaccara ma il mestiere e le migliori individualità dei verdearancio hanno prevalso alla fine Foto Corrierediragusa.it

Comiso – Jobbing Santa Croce 3 – 1

Comiso – Jobbing Santa Croce 3 -1
Marcatori; 18’ La Vaccara, 21’ Mascara, 33’st Consalvo, 49’st Messina.

Comiso: Annese, Guccione (7’st Nigita), Nei, Principato, Alma, Iurato, Valerio (22’st Consalvo), Gurrieri, Messina, Mascara, Satta (42’st Tumino). All. Lucenti.

Jobbing Santa Croce: Gurrieri, Giarratana (45’st Lentini), Basile, Vasile, Buoncompagni ( 18’st Scacco), Ragusa, Quintana, Bennardo (40’st Cascone), La Vaccara, Nasello, Occhipinti. All.ri Buoncompagni e La Vaccara.

Arbitro: Gurrieri di Ragusa


Ha prevalso la qualità e l’esperienza del Comiso nel derby con i cugini della Jobbing Santa Croce, che per oltre sessanta minuti erano riusciti a tenere testa ai più quotati avversari con una buona copertura degli spazi e una ordinata fase di disimpegno. Le tecniche individuali dei verdearancio e la loro qualità a centrocampo si sono imposte, alla lunga, su quelle biancazzurre rendendo vani i buoni schemi di gioco espressi dalla formazione camarinense e un ritrovato assetto agonistico. A un primo tempo equilibrato è seguita una ripresa più agonistica e dai ritmi più elevati.

Inizio di studio fra le due formazioni sbloccato al 18’ da La Vaccara che trovava il guizzo vincente con un tiro da calcio di punizione che superava Annese. Dopo appena tre minuti Mascara trovava il pari anch’egli da calcio di punizione e la ripresa svolgeva fino alla fine con un equilibrio di gioco e di penetrazioni offensive parimenti distribuite per entrambe le formazioni. Il secondo tempo scorreva con gli stessi temi del primo tempo con le due squadre che si controllavano a vicenda ma con il Comiso che produceva con più insistenza una certa pressione nell’area avversaria sebbene senza grossi risultati.

L’equilibrio si spezzava al 33’ quando, dopo uno svarione difensivo della Jobbing, Mascara crossava basso in area dove il nuovo entrato Consalvo insaccava di piatto. Il Santa Croce negli ultimi dieci minuti cercava il pareggio con insistenza. Al 48’ punizione di La Vaccara che Annese mandava sulla traversa. Sulla respinta Quintana tirava dal limite e la palla si stampava ancora sulla traversa, ritornava in area e veniva colpita con la mano da un difensore locale ma il direttore di gara non concedeva il rigore. La difesa invece respingeva e faceva involare in contropiede Messina che realizzava il gol del 3-1.
Un solo neo per il Comiso è stato il brutto fallo di Iurato nel primo tempo che stendeva da dietro Occhipinti e non veniva sanzionato con l’espulsione ma solo con il cartellino giallo.