Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 867
COMISO - 16/04/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: l’esito del campionato non dipende più solo dai verdearancio

I play out per il Comiso diventano quasi un miraggio

Bisognerà attendere i risultati di altre due gare dell’ultima giornata, Taormina-Real Avola e Rosolini-Tiger

Non tutto è perduto per il Comiso. Resta una flebile speranza ma ormai la sorte di questo campionato non dipende solo dai verdearancio ma dagli incroci di altre partite che si disputeranno domenica prossima. Il Comiso resta insomma in vita ma con il respiratore artificiale perché è stato superato anche dal Rosolini ed è 11 punti dal Real Avola, il che vuol dire l’impossibilità di giocare la partita di play out e la retrocessione diretta. La situazione potrebbe cambiare domenica se il Comiso vince la sua partita in casa con il Misterbianco, andando a quota 27 ed il Real Avola o il Taormina, che giocano lo scontro diretto, non superano quota 37. C’è anche Rosolini-Tiger e bisognerà vedere anche il risultato di questa gara perché sse il Rosolini vince le cose si complicano ancora di più.

Presidente e giocatori sono intenzionati a non mollare e giocarsi anche l’ultima possibilità anche se poi ci sarà da affrontare in posizione soccombente la partita di play out. Il Comiso ha perso troppe occasioni, a cominciare dalla partita contro la Nuova Igea, ed ora è costretto a pagare pegno. Il presidente Distefano ha dato forza e coraggio alla squadra, ha confermato il suo impegno anche per il prossimo campionato. Le sue parole servono a dare serenità all’ambiente ma prima di penare al futuro c’è il Misterbianco sulla strada.

E´ successo domenica:
Nuova Igea – Comiso: 2 – 1
Marcatori: 31’ pt Frisenda, 7’ st Giallongo, 32’st Frisenda

Comiso: Annese, Sferrazza, Ravalli, Cassibba, Pianese, Giallongo (15´st Al. Tumino), Terranova( 30´st Nigita), Calì, Kumbi, Valerio, An. Tumino.

Arbitro: Di Grazia di Acireale


A pochi minuti dal termine il Comiso lascia i tre punti sul campo della Nuova Igea. Una sconfitta pesante che può significare retrocessione diretta, anche se non è detta l’ultima parola e bisognerà attendere domenica prossima quando al «Comunale scende il Misterbianco, già salvo, ma soprattutto il risultato di Taormina - Real Avola.

Il Comiso era riuscito ad acciuffare il pari con un bel gol di Giallongo dopo il vantaggio dei giallorossi locali al 31’ del primo tempo con Frisenda. Il Comiso ha ribattuto colpo sul colpo, quasi sull’orlo della disperazione, ed ha acciuffato il pari. Al 32´ Frisenda ha preso palla al limite dell´area, si è liberato di due avversari ed ha lasciato partire un tiro che non ha lasciato scampo ad Annese. Troppo tardi per la rimonta del Comiso, stanco e senza cambi pesanti in panchina.