Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 736
COMISO - 04/11/2012
Sport - Volley: presentato il nuovo sponsor ufficiale della società di Gianni Sudano

La Logos soccorre l’Ardens: perché il volley continui

«Con questo sponsor- dice Gianni Sudano- possiamo sopravvivere». Obiettivo salvezza, ma se capita cambiamo programma. Battuto il Caltagirone 3-0 alla prima di campionato
Foto CorrierediRagusa.it

«L’obiettivo è la salvezza anticipata, ma se capita di mettere i bastoni fra le ruote delle favorite, Scordia e Castelvetrano, non ci tireremo indietro». Parole del coach Emanuele Campo, guida tecnica dell’Ardens Comiso diventata Logos dopo la presentazione ufficiale del nuovo sponsor avvenuta in un hotel di Comiso. E se il buon giorno si vede dal mattino, c’è da sperare bene, perché le ragazze comisane alla prima di campionato in casa hanno battuto con un secco 3-0 il Caltagirone.

Il presidente della società Gianni Sudano è fiero di presentare il nuovo sponsor ufficiale, la Logos, sicuro che con l’apporto di Rosario Alescio la società sportiva potrà affrontare meglio la crisi economica e le difficoltà del campionato. «Grazie a questo sponsor- dice Sudano- perché ci garantisce la sopravvivenza, e anche alle famiglie delle giocatrici che ci aiutano ad affrontare le trasferte; grazie a Rosario Alescio per la sensibilità dimostrata verso i nostri problemi».

Insomma, la Logos è partita bene, un passo avanti verso l’agognata salvezza anticipata. «Sperando che le amministrazioni locali ci diano una mano d’aiuto- dicono i dirigenti- altrimenti è inutile fare grandi progetti». L’Ardens a Comiso vanta una tradizione lunghissima come lo sport. In una città dove il calcio si segue senza grande entusiasmo, il volley invece fa scaldare gli animi soprattutto nei momenti dei derby con la Nunziata.

«E’ una tradizione che deve continuare- afferma Rosario Alescio- perché questo sport oltre a tenere unito il gruppo, a tenere lontano dalla strada e dalle deviazioni tante ragazze, consente alle famiglie di stare vicine alla società: un fatto aggregativo, soprattutto nelle trasferte. Questo sport ha per Comiso una funzione sociale».

Nella foto da sinistra la capitana Fratantoni, il presidente Gianni Sudano e Rosario Alescio