Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1260
COMISO - 07/09/2012
Sport - Calcio, Eccellenza: esordio casalingo per i verdearancio di Carbonaro, in dubbio Annese

Comiso contro Real Avola per dimenticare la Coppa Italia

La squadra è ancora da completare con alcune pedine in difesa e centrocampo

Il Comiso esordisce in casa contro il Real Avola di Zampollini. I verde arancio si presentano con qualche assenza pesante e con un pre campionato preoccupante nel corso del quale, nelle ultime tre amichevoli, hanno subito ben 10 gol.

Il presidente Salvatore Di Stefano analizza le prime giornate: "E’ un inizio di campionato non agevole. Nelle prime cinque giornate avremo i due derby iblei anche se in casa, e due trasferte difficili con Tiger e Due Torri. Ma va bene così, tanto prima o poi gli avversari devi incontrarli tutti". Il tecnico Peppe Carbonaro è alle prese con la formazione da mandare in campo. Carbonaro potrà contare su Boemia e Valerio che rientrano dopo la squalifica Coppa Italia, ma deciderà all´ultimo momeento sulla presenza di Annese tra i pali, vvisto che il portiere accusa ancora qualche problema alla schiena. In alternativa c´è prronto il giovane Occhipinti. Rientrano invece Boemia e Valerio che dovrebbero ridare maggiore robustezza alla squadra che ha evidenziato lacune nei due reparti. Questa, dunque, la probabile formazione: Annese, Cassibba, Conti, Ravalli, BOemia, Sferrazza, Gurrieri, Valerio, Giudice, Cinnirella, Terranova.

Disponibile anche Annese che esordirà quest´anno proprio con l´inizio di campionato dopo la sosta di Coppa. In avanti confermatissimo Cinnirella cui vengono affidate le speranze degli uomini di carbonaro di andare in gol. La squadra comunque, come sottolinea il ds Bartolo Ficili, deve essere completata, perché manca di pedine fondamentali ed ha ancora una rosa ristretta.