Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 454
COMISO - 16/01/2012
Sport - Volley: comisane protagoniste di un match vibrante

Ardens Comiso supera al tie break l´Aphesis

Le comisane hanno fatto prevalere la loro maggiore freschezza fisica nel finale

Ardens Comiso Aphesis Porto Empedocle 3 - 2
(Set: 25 - 21, 17-25, 25- 23, 24- 26, 15-10)


L’Ardens ottiene, grazie ad una brillante prestazione, la seconda vittoria consecutiva nella decima giornata del girone D nel campionato di serie C, confermando il trend positivo delle sue ultime apparizioni.

Dopo la vittoria della scorsa settimana conseguita nel derby comisano contro l’Annunziata, le ragazze dell’Ardens riescono ad avere la meglio, al tie-break, sulla forte e coriacea formazione empedoclina dell’Aphesis.

Le due formazioni che hanno dato vita a quasi due ore e mezza di spettacolo, apprezzato dal numeroso pubblico presente al «Paladavolos». Partono forte le ragazze comisane che, grazie ad un gioco efficace in attacco ed attento in difesa, aiutato anche da qualche errore di troppo al servizio delle avversarie, conquistano il primo set con il punteggio di 25 a 21

Si va al cambio di campo e si assiste ad una decisa reazione da parte dell’Aphesis che disorienta le casmenee, nonostante i continui interventi dalla panchina dall’allenatrice Concetta Marchisciana; con il risultato di 17 a 25, le empedocline ottengono il pareggio dei set.

Ma è proprio dal terzo set in poi che si alza il livello del gioco, con scambi prolungati e avvincenti, sempre equilibrato sia nel punteggio che nell’intensità; va segnalato durante la terza frazione un magistrale punto in secondo tocco ad una mano da parte della bravissima palleggiatrice ospite Francesca Romeo, sicuramente la migliore palleggiatrice vista in campo negli ultimi anni al «Paladavolos», che guadagna una standing-ovation di tutto il pubblico presente.

I punteggi del terzo e quarto set ( 25-23, 24-26 ) dimostrano quanto coinvolgente sia stato il match, con l’Ardens che forse non ha approfittato nel quarto set di un leggero vantaggio nel finale, anche se onestamente l’Aphesis non avrebbe meritato una piena sconfitta.

La sconfitta però arriva per le empedocline al tie-break, dove si ha la percezione di una maggiore freschezza atletica delle casmenee, molto più giovani nella media delle pur brave giocatrici dell’Aphesis. Con il risultato di 15 a 10, l’Ardens ottiene la vittoria.

«Sono queste le partite che ci ripagano degli enormi sforzi che tutta la dirigenza, i tecnici e le atlete giornalmente con grande passione affrontano – dichiara a fine gara il presidente dell’Ardens Giovanni Sudano – E’ un altro passo verso il traguardo dichiarato della salvezza; la strada da percorrere è ancora lunga ma la voglia di riuscire è tanta e questo ci incoraggia».