Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1056
COMISO - 15/11/2011
Sport - Tennis: il master finale si è disputato sui campi del Tc Comiso

A Salvatore Caruso la prova del circuito Sicilia Open

Il tennista siracusano ha battuto il messinese Antonio Amore in una bella finale
Foto CorrierediRagusa.it

L’edizione 2011 del Master finale del circuito regionale SICILIA OPEN, non ha tradito le attese ed ha regalato agli appassionati che hanno assiepato gli spalti dei campi in cemento del Circolo Tennis Comiso tre giorni di grande tennis.

Come da pronostico, la vittoria finale è andata al diciannovenne siracusano Salvatore Caruso (nella foto a sin. con l´altro finalista), 2.4 del TC Match Ball, il quale ha bissato il successo del 2010, chiudendo così nel migliore dei modi una stagione che lo ha visto muovere i primi passi nel circuito professionistico e raggiungere la 1244ma posizione della classifica mondiale.

In finale, l’allievo dei maestri Paolo Canova e Nico De Simone ha trovato di fronte l’esperto Antonio Amore, 2.5 in forza al CT Vela di Messina, autentico mattatore del circuito open con ben cinque tornei vinti – 4 in Sicilia ed 1 in Calabria – nel suo palmares stagionale.

L’incontro, arbitrato dal giudice di sedia Mauro Susinno, davanti ad una tribuna completa in ogni suo ordine di posto, ha regalato momenti di grande spettacolarità, con scambi da fondocampo di rara intensità agonista.
L´inizio ha visto un Amore un po’ contratto sul piano emotivo commettere qualche errore di troppo con il rovescio e Caruso, come al solito concreto ed impenetrabile dal fondo, ha avuto vita abbastanza facile, chiudendo per 6/3 la prima partita. Nel secondo set, Amore iniziava a far valere la pesantezza dei suoi fantastici fondamentali da fondocampo e, nel quinto game, recuperando da 15/40, strappava, con un fantastico passante di rovescio lungolinea, il servizio all’avversario, allungando, dopo una breve interruzione per pioggia, sul 4 a 2.
Quando il match sembrava oramai incanalato verso il terzo set, Caruso aveva una grande reazione d’orgoglio e, nell’ottavo gioco, controbrekkava Amore, e, mantenendo la battuta nel game successivo, si portava avanti sul 5 a 4. Il decimo game, con il tennista del CT Vela Messina al servizio per rimanere nel match, regalava all’indomito pubblico ancora presente emozioni a non finire scambi di livello stellare, con Caruso che, alla terza occasione utile, riusciva a strappare nuovamente la battuta all’avversario, chiudendo così la contesa fra gli applausi generali.

Caruso ha raggiunto la finale sconfiggendo, nei quarti, al termine di un incontro di grande contenuto tecnico, il compagno di circolo Eros Siringo, attualmente n. 1866 del ranking ATP, con il punteggio di 6/3 6/4, e, in semifinale, il 3.4 Luca Falsaperna, il quale, entrato in tabellone grazie alla defezione di Germano Giacalone, ha approfittato nei quarti del ritiro per problemi fisici del n. 1 del seeding Cosimo Munzone.

Amore, invece, si è presentato all’atto conclusivo dopo aver sconfitto, al termine di due autentiche maratone, Stefano Platania, 3.1 del CT Trecastagni, nei quarti, e Nazareno Intile, 2.5 del TC Carlentini, in semifinale.

Durante le giornate di gara sono stati presenti a Comiso il presidente del Comitato Regionale Siciliano FIT Gabriele Palpacelli ed i consiglieri Giorgio Giordano e Salvatore Cavallaro, i quali, durante la cerimonia di premiazione, non hanno nascosto la loro soddisfazione per l’operato del Circolo Tennis Comiso, il cui staff, capitanato dal presidente Salvatore Melilli e dal direttore sportivo Salvatore Dipasquale, non ha lesinato sforzi per presentarsi all’appuntamento in grande stile: restyling dell’impianto, raccattapalle in divisa, musica ai cambi di campo ed ospitalità ai massimi livelli, con degustazioni di dolci tipici e passito per tutti.

Alla premiazione erano presenti, inoltre, anche il Delegato Provinciale FIT Federico Ottaviano e le autorità istituzionali comunali e provinciali.


I risultati:


Quarti di finale
Luca Falsaperna b. Cosimo Munzone 7/6 rit.
Salvatore Caruso b. Eros Siringo 6/3 6/4
Nazareno Intile b. Danilo Platania 6/1 6/3
Antonio Amore b. Stefano Platania 6/1 3/6 6/4

Semifinali
Salvatore Caruso b. Luca Falsaperna 6/0 6/1
Antonio Amore b. Nazareno Intile 6/1 3/6 6/3

Finale
Salvatore Caruso b. Antonio Amore 6/3 6/4