Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 688
COMISO - 10/11/2011
Sport - Volley: la stracittadina ha richiamato l’interesse dei tifosi al Paladavolos

Ardens sugli scudi, il derby con l´Annunziata è suo

Netta la vittoria, 3- 0 con questi parziali: 25-20, 25-23, 25-19

Il derby nel campionato di serie C femminile tra l’Ardens e Trasporti Guerrieri va a favore delle prime. Con un secco 3-0 le atlete allenate da Concetta Marchisciana si aggiudicano la gara.

Che fosse una giornata divertente per il numeroso pubblico accorso sulle gradinate del Paladavolos lo si è visto dalle prime battute. I parziali ( 25-20, 25-23, 25-19 ) hanno visto un primo set equilibrato e gli altri con l’Ardens costantemente sempre avanti ed un’Annunziata che con caparbietà ha provato senza riuscirci a controbattere.Il secondo set vede un Ardens più cinica mentre le ragazze allenate da Cutrona commettono troppi errori in ricezione . Il terzo set è dominato dall’Ardens anche perché il capitano dell’Annunziata Sabrina Ciarcià è stata costretta ad uscire dal rettangolo di gioco in lacrime per il riacutizzarsi del dolore alla mano maturato nella partita d’esordio a Modica.

Concetta Marchisciana, allenatrice dell’Ardens, ha dovuto rinunciare per infortunio a Paola Guccione e Giorgia Cosentino e non ha schierato precauzionalmente Anna Dipietro.

Anche l’allenatore dell’Annunziata, Ennio Cutrona, ha avuto i suoi grattacapi; infatti oltre all’assenza di Sabrina Ciarcià mancava anche Irene Sbezzi, e la giovane Rita Pelligra che da circa un anno accusa un problema al ginocchio.

Per quanto riguarda le atlete dell’Ardens scese in campo c’è da sottolineare la buona prova di Federica D’avola, top scorer della serata con i suoi 15 punti; buona anche la prestazione di Selene Gambini e Denise Iapichino servite in cabina di regia da Marika D’angelo e successivamente da Alessia Campanella.
Sempre attento e presente il libero Rossana Gueli così come non hanno demeritato la centrale Chiara Occhipinti e l’opposto Flavia Digiacomo.

« Mi posso ritenere ragionevolmente soddisfatto – dichiara a fine gara Francesco Malandrino, dirigente dell’Ardens Comiso - Abbiamo fatto un passo avanti rispetto alla prima giornata di campionato anche se dobbiamo ancora lavorare tanto per raggiungere la necessaria intesa in un gruppo giovane come il nostro".