Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1196
COMISO - 08/11/2011
Sport - Calcio: dimenticare subito la pesante sconfitta con l’Acicatena

Peppe Borgese: "Il Comiso ha sbagliato, pronti a ripartire"

Contro la Leonzio i verdearancio devono riscattarsi

Trasferta da dimenticare per il Comiso. Gli uomini del tecnico Peppe Borgese sono tornati da Acicatena con un sonoro 3 -0. Partita già compromessa altamente dopo soli 15 minuti quando il Comiso era sotto di 2 reti.

«E’ stata la prima partita sbagliata della stagione -afferma Borgese-
Ora dobbiamo archiviare questa sfida e ripartire già da domenica prossima con la nostra mentalità giusta che ci ha contraddistinti in queste prime giornate di campionato. Siamo entrati in campo con un atteggiamento sbagliato- continua il tecnico del Comiso- siamo stati lenti e nel secondo tempo non abbiamo creato palle gol».

Sconfitta dunque senza attenuanti anche se mancava Boemia (squalificato) e Tumino non era al top per via di un leggero infortunio.

Domenica prossima il Comiso ospiterà la Leonzio e questa potrebbe essere una buona occasione per ripartire alla grande e per incamerare i tre punti.


E´ successo domenica:


Acicatena - Comiso: 3 - 0
Marcatori: 10 e 13´ pt Pecorino, 25´st De Carlo


Brutta sconfitta esterna del Comiso contro un buon Acicatena. La squadra verde arancio si è vista solo nei primi minuti della partita ed ha avuto due buone occasioni per segnare.

Poi niente più. Addirittura nel secondo tempo il Comiso è scomparso letteralmente e non ha mai impensierito la difesa dell’Acicatena.

Il primo tempo si è chiuso con il risultato di 2-0 per i locali. Nella ripresa si pensava ad una reazione del Comiso ed invece si è assistito ad una prova incolore di Gurrieri e compagni.

«Nulla di grave – ammette il tecnico Borgese - a patto che dalla prossima partita si recupera una condizione mentale giusta e si giochi con più grinta agonistica».