Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:19 - Lettori online 1533
COMISO - 17/10/2011
Sport - Calcio: la vittoria nel derby assicura il primo posto agli azzurri

Ragusa rullo compressore, è cominciata la fuga?

Domenica prossima c’è la possibilità di allungare, gli uomini di Rigoli a Catania contro l’Atletico
Foto CorrierediRagusa.it

Esame superato. Erano infatti tante le incognite che il primo derby dell’anno presentava ma il Ragusa di rigoli si è dimostrato ancora una volta maturo e consapevole della propria forza.

Grande la soddisfazione in casa azzurra per la bella prova ottenuta tra l’altro davanti ad un buon numero di tifosi al seguito. Le conferme sono venute dagli uomini più in vista come i soliti Arena (nella foto) e Saraniti che viaggiano in coppia anche nella speciale classifica marcatori. Ma c’è anche un Fontana ed un Buscema che si stanno rivelando giocatori di qualità e di grandi affidamento. Francesco Fontana dopo la stagione al Modica è riuscito a trovare spazio approfittando dell’infortunio di Sapienza e non ha mollato un colpo.

Stesso discorso per Buscema, appena 17 anni, prelevato dall’Airone Modica, che ad onta dell’età presidia il centrocampo con autorevolezza e con Bonaffini e Pellegrino forma un triangolo di peso ma anche di qualità. Rigoli insomma ha scelto e pescato bene e si gode i frutti. Il campionato ormai sembra circoscritto alla lotta tra Città di Messina e Ragusa che viaggiano a punteggio pieno.

Domenica il Ragusa va ancora in trasferta a Catania contro l’Atletico mentre i peloritani affrontano in casa la deleritta Enna. Si prospetta la settima vittoria consecutiva per entrambe le capoliste.

E´ successo domenica:

Comiso- Ragusa 1-3
COMISO: Annese, Fichera, Boemia, D’Iapico, Ravalli, Conti, Indigeno (26’ st Giallongo), Nasello (15’ st Rotondo), Cinnirella, Gurrieri, Tumino (26’ st Vasile). All. Borgese.

RAGUSA: Pandolfo, Gona, Milazzo, Buscema, Vindigni, Fontana, Bonaffini, Pellegrino, Saraniti, Arena (25’ st Parente), Sisalli (35’ st Truglio).

ARBITRO: Lo Prete di Catanzaro

Marcatori: 4’ pt Saraniti (R), 38’ st Arena (R), 9’ st Pellegrino (R), 14’ st Cinnirella (C)
Note: espulso al Conti per doppia ammonizione


Arriva la capolista Ragusa, il Comiso s’inchina e lascia passare, ma non senza lottare. Una lotta impari per la netta supremazia tecnica della formazione di Pino Rigoli aggravata dall’espulsione di Valentino Conti avvenuta al 35’ del primo tempo, complice un arbitro non all’altezza di un derby di tale portata, che senza motivo s’è reso troppo generoso con la capolista per un paio di punizioni fischiate contro il Comiso con leggerezza, per un rigore non concesso ai padroni di casa, sulla cui dinamica in molti hanno detto che c’era.

Con o senza rigore a favore del Comiso, con o senza superiorità numerica, il Ragusa ha dimostrato in campo e mentalmente di essere più forte dell’avversario. Si è visto dalla disposizione sul rettangolo e dall’approccio avuto con la gara e con l’avversario. Inutile stare a formalizzarsi sugli episodi che non cambiano la sostanza di una partita.

Certo, gli episodi hanno condizionato la gara in favore degli ospiti. Senza quelle papere difensive iniziali del Comiso che hanno favorito il vantaggio del Ragusa, cosa sarebbe accaduto? Senza quella colpa «egoistica» di cui s’è macchiato Cinnirella al 14’ del primo tempo, che piega avrebbe preso la partita? Se l’arbitro avesse concesso il rigore al Comiso sul 3-1? «Il calcio non accetta il senno del poi»- taglia corto Pino Rigoli, ed ha ragione.

Il Ragusa ha vinto con grande merito perché è più squadra, non per niente è capolista a punteggio pieno. Il Comiso, oltre al timore riverenziale, ha un giocatore come Boemia che dovrebbe fare la differenza e che invece è l’ombra di quel fluidificante che si faceva ammirare a Vittoria. Se a questo si aggiungono anche le ingenuità difensive contro un avversario che si chiama Ragusa, la frittata è fatta.

CRONACA
Alla prima incursione azzurra il Comiso trema. Annese non trattiene la palla (e non è stata l’unica volta nel corso della gara) e alla prima mischia il Ragusa va vicino al gol. Questione di un paio di minuti, perché al 4’ gli ospiti sfondano di forza. Su una ripartenza, il portentoso Saraniti s’infila e insacca.
Anche il Comiso ha due buoni attaccanti, Cinnirella e Tumino, e un centrocampista come Gurrieri che sa dove mettere la palla. Cinnirella ferma il fiato dei tifosi al 14’. E’ tanto bravo a dribblare gli avversari fino a giungere davanti al portiere, tanto egoista a non mandare in gol Tumino tutto solo. No, Cinnirella tenta l’impossibile sull’ultimo ostacolo, si fa ribattere da Pandolfo e addio pareggio.

Scampato il pericolo, il Ragusa punisce di brutto i padroni di casa. Dal 24’ al 38’, azione del 2-0, è un tiro a bersaglio. Saraniti scarica a colpo sicuro a portiere battuto, ma Gurrieri salva sulla linea; Buscema tenta un pallonetto velenoso da lunga gittata che Annese devia in angolo; Conti perde le staffe per una punizione inesistente subita: si fa ammonire, continua a protestare, si fa cacciare via al 35’. Tre minuti dopo Arena, servito dalla tre-quarti, mette dentro in diagonale. Stessa azione al 42’, ma Sisalli è meno fortunato.

Nella ripresa Peppe Borgese fa entrare forze fresche. Il Comiso, dopo avere rischiato di subire altri gol con Arena, pende il 3-0 da parte di Pellegrino, bravo a beffare una difesa pressoché ferma. A questo punto i verdearancio avanzano il baricentro, approfittando di un fisiologico calo mentale del Ragusa, e segnano il gol della bandiera con Cinnirella che mette dentro rasoterra. Gli ultimi due sussulti della gara riguardano il gol mancato da Gurrieri, il calcio di rigore non concesso dall’arbitro al Comiso, il gol segnato in fuori gioco da Pellegrino, che l’arbitro non convalida.

I risultati della 6a giornata di andata (16 Ottobre 2011)

Acicatena - Misterbianco 3 - 5
Comiso - Ragusa Calcio 1 - 3
Due Torri - A. Catania 0 - 0
Enna Calcio - C. di Vittoria 0 - 1
Modica Calcio - Orlandina 1 - 1
Real Avola - C. di Messina 0 - 1
Taormina - Caltagirone 1 - 0
Trecastagni - Leonzio 3 - 2

La Classifica

Ragusa Calcio 18
Città di Messina 18
Città di Vittoria 13
Due Torri 10
Acicatena 10
Taormina 9
Aquila Caltagirone 8
Misterbianco 8
Real Avola 8
Atletico Catania 6
Comiso 6
Trecastagni 5
Orlandina 3
Leonzio 1909 2
Modica Calcio 2
Enna Calcio -2