Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1324
COMISO - 18/04/2011
Sport - Volley, serie C: vittoria netta delle comisane che volano in semifinale

La Ardens Feelsolar batte l´Aphesis e vede la promozione

3-0 il punteggio per le comisane ma non è stato facile
Foto CorrierediRagusa.it

Affermazione della Feelsolar Ardens Comiso sull’Aphesis Porto Empedocle nel match valido per l´approdo alla semifinale della poule-promozione nel torneo di serie C di pallavolo femminile.

In un Paladavolos stracolmo di tifosi, incontro tirato ed emozionante fra due formazioni che hanno dato il massimo vista l’importante posta in palio.
Alla fine è l’Ardens a festeggiare, vincendo la gara con un 3 a 0 che potrebbe far pensare ad una facile vittoria ma non è stato così.

L’avvio del match infatti vede una determinata Aphesis che, nonostante l’importante assenza in campo dell’infortunata palleggiatrice titolare Francesca Romeo, mette in seria difficoltà le Comisane con un servizio efficace ed un muro devastante; sul 18 a 9 per le Empedocline il primo set sembra oramai compromesso.
Non è così per la vulcanica allenatrice dell’Ardens Concetta Marchisciana che, chiamato time-out,
striglia ben bene le fin qui evanescenti Casmenee: il risultato è quello sperato.

Le ragazze dell’Ardens infatti si riprendono dal torpore iniziale ed iniziano finalmente a giocare alla loro maniera; le avversarie sono sorprese da cotanta reazione entrando in confusione nonostante il notevole vantaggio iniziale.
Le Casmenee recuperano incredibilmente il set aggiudicandoselo con il punteggio di 27-25.
Secondo set facile per le Casmenee che, ovviamente rinfrancate dall’incredibile recupero, riescono con autorità ad imporre il loro gioco; dall’altra parte del campo c’è infatti una delusa Aphesis che ha gettato alle ortiche un’occasione d’oro e che, non c’e ne voglia la pur brava sostituta ma è bene ribadirlo, risente notevolmente della mancanza di una signora palleggiatrice come la Romeo costretta in panchina: il secondo parziale è eloquente, 25-16.
Più equilibrato il terzo set che vede un buon inizio dell’Aphesis con una pronta reazione delle ragazze dell’Ardens che, dopo un gap iniziale di 5 a 1 per le avversarie, ritornano in vantaggio conducendo fino alla fine il parziale che si chiude con il punteggio di 25-22.

Esplode di gioia il Paladavolos con i tifosi dell’Ardens che, in un turbinio di bandiere biancorosse, si riversano sul parquet a festeggiare le proprie beniamine per l’importante traguardo raggiunto, non dimenticando però di riservare un lungo e meritato applauso alle brave e coriacee atlete dell’Aphesis che escono dal campo deluse ma decisamente a testa alta.
L’Ardens quindi approda in semifinale della poule promozione dove affronterà la Pol. Barcellona 95 con la formula di andata e ritorno ed eventuale bella a Barcellona Pozzo di Gotto in virtù della migliore classifica ottenuta nella prima fase dei play-off.

«Innanzi tutto mi preme fare i complimenti alla squadra dell’Aphesis - dichiara a fine gara il Presidente dell’Ardens, Giovanni Sudano – non solo per stasera ma anche per il campionato svolto; come si sa la legge dello sport è spietata, onore agli sconfitti.

Parlando dell’Ardens non posso non esprimere la mia più totale soddisfazione, e con me quella della dirigenza tutta, per il prestigioso risultato di stasera; vedere le ragazze ed un pubblico così felici e festanti è impagabile. Affronteremo le semifinali con la consueta determinazione, consapevoli e coscienti della forza dell’avversario. L’anno scorso infatti il Barcellona militava in B2 ed hanno allestito una squadra fortissima per un pronto ritorno. Noi volevamo solo migliorare il già fantastico risultato dell’anno precedente, vista la giovane età delle nostre atlete e la poca disponibilità economica che non ci permette spese folli. Siamo andati ben oltre il previsto e a quanto pare nessuno si vuole fermare qui; da domani le ragazze riprendono a sudare in palestra per continuare a far sognare questo splendido pubblico che ci segue con tanto entusiasmo».