Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 769
COMISO - 30/03/2011
Sport - Pallavolo femminile: nel terzo turno dei play-off

Feelsolar perde con onore a Porto Empedocle

Sotto lo sguardo attento dell’eccellente allenatrice Concetta Marchisciana, le atlete Comisane sono riuscite a incutere paura alle quotatissime avversarie empedocline Foto Corrierediragusa.it

Non basta una straordinaria prestazione della Feelsolar Ardens Comiso per superare la corazzata Asd Aphesis nel terzo turno dei play-off del campionato di seri C di pallavolo femminile.

Sotto lo sguardo attento dell’eccellente allenatrice Concetta Marchisciana, le atlete Comisane sono riuscite a incutere paura alle quotatissime avversarie empedocline. La squadra agrigentina infatti, attrezzata per il salto di categoria grazie anche a notevoli impegni economici, ha dovuto sudare le fatidiche sette camicie per avere la meglio sulle indomite ma pur sempre inesperte Casmenee.

Solo a leggere il roster dell’Aphesis chiunque sarebbe sceso in campo con timore reverenziale; Francesca Cusumano, Norma Ruggero, Francesca Parisi e la palleggiatrice Romeo, atlete con esperienze in serie A e B, avrebbero fatto tremare le gambe a chiunque. Questo non è successo alle ragazze dell’Ardens che, nonostante i notevoli problemi legati agli infortuni incorsi in settimana, hanno dato vita ad un confronto quasi epico viste le circostanze.

Il punteggio finale del match è un netto 3 a 0, ma è l’impressionante sequenza dei parziali che dimostra quanto avvincente e appassionante sia stata la contesa: 26-24, 35-33, 25-23.

Difficile raccontare le emozioni di questa partita; su tutte citiamo la stoica presenza di Selene Gambini nonostante una distorsione rimediata due giorni prima in allenamento; il ritorno in campo dopo diversi anni di inattività di Maria Giovanna Pillitteri, mitica centrale ai tempi della B2, che ha dato tutta se stessa nel secondo set avendo alle spalle solo due o tre allenamenti;la commovente difesa del libero Rossana Gueli che ha preso l’imprendibile in tutti gli angoli del campo; gli innumerevoli set-point sciupati per inesperienza e precipitazione; la delusione e la fierezza nei volti delle atlete dell’Ardens a fine gara, consci del fatto di avere dato tutto ciò che si poteva dare; gli applausi del pubblico di casa rivolto alle proprie atlete ma anche alla giovane formazione ospite.

«Perdere una partita nei play-off non fa certo piacere a nessuno- dichiara a fine gara il dirigente Enzo Faro- eppure oserei dire di essere soddisfatto. Peccato non aver sfruttato gli innumerevoli set-point, credo siano stati sei o sette. Di fronte ad una squadra così consumata era difficile per le nostre ragazze, ed è proprio nelle fasi cruciali del match che è prevalsa la maturità ed esperienza delle avversarie. Torniamo a Comiso con la consapevolezza di aver fatto una buona prestazione; affronteremo sicuramente le restanti tre gare dei play-off con la serenità di chi ha fatto bene, ma anche con la determinazione e la voglia di continuare la crescita che fin qui abbiamo ottenuto».