Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 836
COMISO - 31/01/2011
Sport - Volley femminile: scoppiettante performance delle atlete comisane

La Feelsolar Ardens solitaria in vetta alla classifica

Una classifica quindi che premia, grazie anche ai notevoli sacrifici quotidiani compiuti con impegno e passione da dirigenti, atlete e tecnici Foto Corrierediragusa.it

Scoppiettante performance delle atlete della Feelsolar Ardens Comiso nella 10^ giornata del campionato di serie C girone B di volley femminile. In un Paladavolos stracolmo di tifosi, le pallavoliste Comisane hanno deliziato i presenti ottenendo una importante vittoria, con il risultato di 3 a 1, sulla temibile Polisportiva Akrai.

Questo successo permette all’Ardens di consolidare il primo posto nella classifica del girone con 23 punti, a seguire l’Annunziata che staziona a quota 20 in virtù della sconfitta subita per mano della Pallavolo Augusta, terzo posto occupato dalla PVT Modica con 19 punti, Augusta 18, Akrai 16, chiudono Caltanissetta, Agira e Antares Avola rispettivamente con 13, 8 e 3 punti.

Una classifica quindi che premia, grazie anche ai notevoli sacrifici quotidiani compiuti con impegno e passione da dirigenti, atlete e tecnici, la storica società sportiva Ipparina, da 45 anni nel mondo dello sport ed in particolare della pallavolo femminile. Analizzando il lato squisitamente tecnico c’è da dire che la partita è stata ben giocata da entrambe le squadre.

Il primo set è stato il parziale meno combattuto. L’Ardens infatti con il punteggio di 25 a 12 lo fa suo grazie ad un eccellente servizio, fra tutti quello di Federica D’Avola che ottiene anche due ace consecutivi, una difesa attenta e un eccellente presenza in posto due di Denise Iapichino che fa dannare le avversarie con i suoi micidiali attacchi.

Bellissimo il secondo set. Le Siracusane non ci stanno a perdere e con orgoglio cominciano ad attaccare con continuità. Dal versante Ardens vanno segnalate le ottime giocate in posto quattro di Irene Fratantoni che ottiene con un preciso attacco il 15 a 13. Improvvisamente in casa Ardens cominciano a non funzionare servizio e difesa e sul 18 a 20 l’allenatrice Concetta Marchisciana si vede costretta a chiamare time-out.

La reazione non tarda a venire ed infatti l’Ardens ha la possibilità di giocare un set-point sul 24 a 23 solo che un beffardo rimpallo sotto rete porta le Siracusane ai vantaggi e alla conquista del parziale con un eloquente 30 a 32. Nel terzo set l’Ardens ricomincia a giocare con continuità, la palleggiatrice Alba Borgese comincia ad insistere con le centrali e loro la ripagano con deliziose giocate; bellissimo un attacco in veloce di Erica Catalano, splendida una fast di Selene Gambini che nonostante un fastidioso problema al ginocchio ha voluto stoicamente dare il suo contributo alla causa. Con il punteggio di 25 a 18 si va sul 2 a 1 per l’Ardens.

Quarto set combattuto, con le squadre che iniziano a sentire la stanchezza, ma nonostante tutto lo spettacolo rimane sempre avvincente. La coach Marchisciana mette in campo in posto quattro Paola Guccione e in due Flavia Digiacomo ed anche loro mettono subito sotto pressione l’avversario.

Miracoloso sul 22 a 20 un recupero del libero Rossana Gueli che manda letteralmente in delirio i tifosi Comisani e che infine esplodono di gioia sul 25 a 23. Tre punti quindi meritati per l’Ardens anche se ce da dire che a Comiso si è visto un Akrai veramente forte, piegato a fatica da una grande prestazione del gruppo.

«Siamo strafelici e orgogliosi per quello che stiamo realizzando – dichiara il presidente dell’Ardens Giovanni Sudano – Siamo contenti soprattutto per questi tifosi che vedo di domenica in domenica sempre più numerosi e calorosi. Siamo contenti per le ragazze e per il primato in classifica, insomma oggi si fa festa.

Da domani però si riprende a lavorare, rimangono ancora quattro partite da giocare per concludere la prima fase e le insidie sono dietro l’angolo a cominciare da sabato prossimo dove affronteremo un osso duro come la PVT Modica. Chiedo quindi a tutti di volare basso abbiamo fatto tanto ma non dobbiamo montarci la testa e con l’umiltà di sempre rimbocchiamoci le maniche per continuare a portare il più in alto possibile il nome dell’ U.S. Ardens Comiso».

Nella foto: Alba Borgese, palleggiatrice e capitano della Feelsolar Ardens